giovedì 31 luglio 2014

Comunicato Stampa: L'UNITA' non deve chiudere

Anpi Roma - quando muoiono giornali come l’Unità è la democrazia a morire: dobbiamo conservare i simboli della nostra storia. Solidarietà ai lavoratori del giornali fondato da Gramsci

“La società è incapace di conservare i simboli della nostra storia, ed è sempre più arida e demolitrice di un passato ricco di valori e conquiste dei lavoratori, dei quali l'Unità rappresenta ancora oggi una voce ascoltata e seria.” Questo il commento dell'ANPI di Roma, appresa la notizia della possibile chiusura dello storico giornale di Antonio Gramsci. “Vista la inaspettata ma gradita prima pagina di oggi (“L’Unità è viva”), con speranza ci auguriamo che presto questa voce torni nelle edicole e nelle case dei democratici. L’Unità, protagonista di tante battaglie civili – prosegue la nota dell’ANPI - e stampata clandestinamente durante la Resistenza, non può e non deve morire. Sono troppe le testate storiche cancellate in Italia! Quando chiudono giornali come l'Unità, è la Democrazia che muore! L'ANPI di Roma - conclude la nota - è fraternamente al fianco dei lavoratori dello storico giornale che non saranno soli a lottare per far vivere la voce dei più deboli e dei lavoratori tutti, come voleva Antonio Gramsci”.

Roma, 31 luglio 2014

ANPI Provinciale di Roma, via S. Francesco di Sales 5 - 00165 ROMA – www.anpiroma.org

 

 

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.