domenica 30 novembre 2014

Manifestazioni di estrema destra contro i nomadi a Roma: in nome della libertà di pensiero non ci possono essere azioni e parole fasciste

Esprimiamo la più dura condanna per la manifestazione anti nomadi che i movimenti di estrema destra di Roma hanno inscenato lo scorso 28 novembre a via Lombroso (XIV Municipio), impedendo di fatto alle famiglie del campo nomadi di accompagnare i figli a scuola. Le forze dell'ordine intervenute avrebbero dovuto garantire un diritto costituzionale, l'istruzione di quei bambini la cui maggioranza sono cittadini italiani, e non l'incitamento all'odio dei soliti noti. La libertà di pensiero è un diritto costituzionale, ma in virtù di quel diritto non ci possono essere parole e azioni degne solo delle leggi razziali fasciste. Quello che si sta instaurando è un clima di caccia allo straniero di stampo fascista. C'è da chiedersi se la manifestazione sia stata autorizzata dalla Questura, perché se non lo fosse stata, gli organizzatori dovrebbero essere individuati e perseguiti.

Siamo veramente preoccupati per la deriva sociale in atto, ma l'indignazione non basta più, vogliamo un chiaro segnale da parte delle istituzioni democratiche.

Richiamiamo la politica, nazionale e locale, a prendersi le proprie responsabilità e ad occuparsi di migranti, richiedenti asilo e nomadi in chiave non emergenziale e a non cadere nel ricatto di chi cerca solo propaganda e consenso. Ci auguriamo anche che i media si adoperino per una corretta informazione. Nei giorni scorsi alcuni quotidiani hanno riferito di aggressioni da parte di nomadi, non verificate e poi smentite, ed alcuni programmi televisivi hanno dato fin troppo risalto alla violenta rabbia popolare accreditandola a interi quartieri e città.  

Nota dell'ANPI Provinciale di Roma

Per approfondire: Studenti e prof sulle aggressioni: tutto falso

Articolo di Gad Lerner su La Repubblica del 29 nov 2014:
Torna la caccia al Rom, e la destra fascio-leghista impazza in TV

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.