mercoledì 25 ottobre 2017

Basta razzismi



 L'ANPI di Roma, a fronte del propagarsi di manifestazioni, comportamenti e messaggi di natura razzista, antisemita e fascista anche negli stadi di calcio, condanna queste come manifestazioni non solo antisportive, ma indegne di un paese civile, chiede che le Istituzioni intervengano nel reprimere i responsabili e rendano effettivi i divieti negli stadi a chi predica l'odio razziale. 
Nel contempo, in riferimento agli avvenimenti di questi giorni allo Stadio Olimpico, deplora che le società calcistiche possano rispondere ai divieti dell'autorità di accesso a una curva, squalificata per cori razzisti, favorendo la migrazione dei tifosi nella curva opposta dove poter perpetuare le proprie becere manifestazioni antisemite. Occorre una iniziativa ben più pressante e incisiva per evitare altri simili fatti. È necessario lavorare ad un'altra idea di sport, lontana dal machismo e dalla prevaricazione. Uno sport slegato dai profitti economici, che rimetta al centro lo sviluppo di ogni atleta, inteso come sviluppo della persona umana. Se si riuscirà in questo, lo sport diventerà davvero uno strumento politico e culturale, non solo accessibile a tutti, ma capace di farsi realmente portavoce dell'antifascismo, antirazzismo e antisessimo.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.