Pagine

25 aprile 2022

Le nostre sezioni

12 aprile 2021

17 aprile 2021: commemorazione del rastrellamento del Quadraro



https://www.facebook.com/events/309197483950256/

 "Le consolari Appia, Tuscolana, Casilina e Prenestina erano le fondamentali vie di comunicazione dell’esercito tedesco per i rifornimenti al fronte di Cassino e Anzio ma le continue azioni partigiane ne minavano la sicurezza e l’agibilità. In queste operazioni di sabotaggio le formazioni che agivano al Quadraro erano particolarmente attive, tanto che il tenente colonello Kappler definì il Quadraro “un nido di vespe”.

A sottolineare ulteriormente il ruolo centrale che il quartiere aveva nella Resistenza al nazi-fascismo c'è anche la dichiarazione del console tedesco Moellhausen che dice: "Il comando della città era dell'opinione che quando qualcuno non riusciva a trovare rifugio o accoglienza nei conventi o al Vaticano, si infilava al Quadraro, dove spariva".

Per tentare di stroncare l’attività partigiana il comando tedesco pianificò la deportazione dell’intera popolazione maschile dai 16 ai 60 anni della borgata. L’azione, nome in codice “Unternehmen Walfisch” (Operazione Balena) scattò all’alba del 17 aprile 1944. L’esercito tedesco, con l’aiuto dei repubblichini, accerchiò l’intero quartiere e con inaudita violenza perquisì ogni casa. Al termine della giornata furono rastrellate circa 1.500 persone portate prima al cinema Quadraro e poi negli stabilimenti di Cinecittà. Di questi, 947 furono prima detenuti nel campo di concentramento di Fossoli e poi deportati in Germania. Soggetti a turni di lavoro massacranti e a condizioni di vita disumane molti persero la vita e non tornarono alle proprie case".

La commemorazione verrà svolta alle 17.30 al parco Monte del Grano e sarà possibile seguire la diretta sulla pagina della sezione dell'ANPI "Nido di Vespe" Cinecittà Quadraro