martedì 22 aprile 2014

ANPI ROMA, CORTEO PER IL 25 APRILE - ore 9.30 dal Colosseo a Porta San Paolo

70° della Resistenza e della Liberazione 1943 - 1945
25 APRILE 2014
ANPI PROVINCIALE DI ROMA
CORTEO DAL COLOSSEO (Metro B) A PORTA SAN PAOLO ore 9.30


 



  
ANED - ANEI - ANPC - ANPI - ANPPIA - FIAP

"Lo Stato di Polizia: i sorvegliati politici". Il 23 aprile alla Casa della Cultura di Villa De' Sanctis


Iniziativa della sezione Anpi "Giordano Sangalli" Centocelle  nell’ambito dell’evento “LIBERI”, per le Celebrazioni del 70° della Liberazione Roma, patrocinata dal Municipio Roma V.

LO STATO DI POLIZIA: I SORVEGLIATI POLITICI

Il 23 aprile si terrà presso la Casa della Cultura di Villa De' Sanctis - via Casilina 665 alle ore 17,30, un incontro dibattito sui sorvegliati politici di Roma e Provincia in epoca fascista.


Sarà possibile iscriversi all’ANPI per il 2014

Il 25 aprile della sez. Anpi di Grottaferrata

La sezione ANPI 'Umberto Pavoni - Rovido Risi' Frascati Grottaferrata
vi invita al Presidio a Piazza Roma, Frascati, dalle ore 10.00 alle ore 12.30
Ricordo del compagno Pierino Moresi
Teatro Giovanni Falcone, via garibaldi, 10 - ore 15.30
Angelo Gregori "A scuola se piove", memorie dal lager di un internato militare italiano.
C.O.S.M.I.C. SBAND in: Canzoni Resistenti.


Colleferro: il 25 aprile 2014 Festa Popolare in piazza Piero Gobetti

Festa della Liberazione a Colleferro: il 25 aprile 2014 Festa Popolare in piazza Piero Gobetti

Ore 15 Tornei di Mini Ping Pong ASD T.T. Mitici Colleferro e di Tressette
Ore 18 Maratona di Resistenza culturale
Ore 20 Stand Gastronomici
Ore 21 Estrazione premi della Lotteria
Ore 21.30 Esibizione del gruppo musicale “PARQUARIA”
 


25 aprile 2014, a Nepi Festa di Libertà e di Pace


25 aprile 2014 Festa di Libertà e di Pace
La sezione A.N.P.I. “Emilio Sugoni” di Nepi, in collaborazione con il Comune di Nepi, il Comitato Nepi per la Pace,  il circolo ARCI “ Sette fratelli Cervi” e la CGIL di Nepi, invita a partecipare alla Giornata  della Liberazione dal nazi-fascismo, 25 aprile 1945.

Per difendere e diffondere i principi di libertà, giustizia e pace che sono fondamento della nostra Costituzione.

Per ricordare e celebrare la Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazi-fascista e la fine della seconda guerra mondiale.

Per ricordare gli uomini, le donne e i ragazzi che presero parte alla lotta partigiana di Liberazione e sacrificarono la loro vita perché l’Italia fosse un Paese libero e autenticamente democratico.

Per rinnovare e rendere sempre più forte ed attuale l’impegno Antifascista.

 

Programma della Giornata  di venerdì 25 aprile 2014
ore 10.00:  partenza  da piazza del Comune del corteo, aperto dal gonfalone comunale, che deporrà una corona d’alloro al monumento ai Caduti. 

ore 16.00:  in piazza del Comune, mostre, musica popolare, lettura e commento degli articoli della Costituzione e delle lettere dei condannati a morte della Resistenza, reading di poesie di autori nepesini ispirate al tema della libertà, della nonviolenza e del rispetto dei diritti umani in ogni parte del mondo.

Programma di Sabato 26 aprile 2014
ore 21.00:  proiezione, con ingresso gratuito, del film “Achtung ! banditi” (regia di Carlo Lizzani)  presso  la sala del centro Essere-Benessere,  Nepi, via Adolini n. 7
*
L’Antifascimo di ieri è l’Antifascismo di oggi! Ora e sempre Resistenza!

Oggi 25 aprile 2014 gli ideali per i quali combatterono le persone che presero parte alla Resistenza italiana sono ancora i nostri stessi ideali!
Antifascismo oggi è ancora lotta per la legalità, per la giustizia, la pace, per i diritti umani di tutti gli esseri umani.
E’ lotta nonviolenta contro ogni forma di discriminazione, povertà, sfruttamento e intimidazione.
E’ lotta contro l’omofobia, il femminicidio e la xenofobia, per l’affermazione di una cultura umana del rispetto di ogni essere umano.
E’ lotta per i beni comuni: il lavoro, la salute, un ambiente sano.
Lotta antifascista nel viterbese significa quindi anche impegno perché l'acqua erogata ad uso umano, diritto fondamentale per tutti gli esseri umani, sia priva di sostanze tossiche e cancerogene, in particolare di arsenico.
E’ lotta, oggi e sempre, per dare voce ai diritti sanciti dalla Costituzione Italiana: uguaglianza, pari opportunità, ripudio assoluto della guerra, scuola e ospedali veramente pubblici, decorosi, efficienti, oggi, purtroppo resi sempre più impraticabili per scelte in favore del settore privato, ideologizzato e costosissimo.
Non certo a vantaggio dei disoccupati, dei precari e dei non abbienti!
Antifascismo è oggi lotta contro la corruzione dilagante, per una giustizia che sia tale, oltre che rapida, non fatta a misura di chi fa leggi per se stesso e ha fior di avvocati alle proprie dipendenze!
Antifascismo è lotta convinta contro le inammissibili e incostituzionali spese militari.
Ora tocca a noi agire con la determinazione necessaria: disarmare le nazioni e noi stessi, rendere sempre meno violente le nostre mani, la nostra mente, il nostro cuore, le nostre parole ma anche l’economia, la politica, gli eserciti.
 

'Testimonianze'. A Montelibretti fotografia, storia e teatro per il 25 aprile.


La sez. ANPI Ministero della Difesa ha patrocinato l'evento "Testimonianze" che si svolgerà a Montelibretti il pomeriggio del 25 aprile con la presenza del presidente Alessandro Mangiavacchi.

FOTOGRAFIA, STORIA E TEATRO PER NON DIMENTICARE
venerdì 25 aprile a Montelibretti
in Piazza della Repubblica - Sala Conferenze della Direzione Didattica
 

15.30 FOTOREPORTAGE DI GUERRA. Riccardo Venturi
Fotogiornalista di fama internazionale che presenterà i suoi lavori in Afghanistan, Kosovo e Libia. (Alcuni premi: 1997 e 2011 - World Press Photo. 1999 - Leica Honorable Mention. 2010 - Sony World Photography Award, Finalista.)

17.30 CAMPO DI PRIGIONIA PG54. I racconti di Carla Camilli
La Storia raccontata attraverso un diario di guerra scritto durante l’occupazione tedesca. Storie e testimonianze di solidarietà degli abitanti di Montelibretti e Moricone nei confronti dei detenuti fuggiti dal campo di prigionia PG54.


BUNKER SORATTE. Giuseppe Lo Gaglio, Vicepresidente Associazione Bunker Soratte
18.30 LETTERE DALLA RESISTENZA. Opera teatrale a cura di Emanuele D'Agapiti

19.30 Aperitivo
Interverranno:
il Sindaco di Montelibretti Antonio Catania, l’Assessore alla Cultura Luca Branciani, il Dirigente dell'Istituto Comprensivo di Montelibretti Prisco Corvino il rappresentante ANPI-Ministero della Difesa Alessandro Mangiavacchi (circolo "Martiri di Cefalonia - Gino Mangiavacchi").

25 aprile con 'Zac' nel cuore. Una giornata di Festa e Memoria a Casal Bertone


25 Aprile Sempre - CASAL BERTONE – Una giornata di Festa e Memoria
Con Zac nel cuore - Piazza S. Maria Consolatrice



dalle 9.00 Mercato contadino, artigiano , del riciclo e del riuso
dalle 10 Fantasia e animazione per bambini
ore 13.00 Pranzo sociale e stornelli resistenti di e con Simone Nebbia e Marco Lima
ore 15.30 Parata della memoria per i partigiani di casalbertone

Zaccaria Verucci - Virgilio Bianchini - Giorgio Marincola

performance di Tamara Bartolini e Michele baronio

Daniele Monterosi e Kevin Lozayo

dalle 20.00 cena sociale
 
dalle 21.00 in concerto
Fori dar centro (rap militante casalbertone)
Terrorist bengala party (surf postatomico)
The Bone Machine (la diabolica perversione del rock n roll)

sez.A.N.P.I. Zaccaria Verucci "Donne nella Resistenza" CasalBertone

27 aprile a Genazzano spettacolo teatrale: ANNUSKA.


In occasione delle celebrazioni e dei festeggiamenti del 25 aprile, l'ANPI Genazzano parteciperà al tradizionale corteo che si svolge lungo le vie del paese assieme alle Istituzioni locali, in ricordo dei martiri, dei caduti di guerra e di tutti coloro che si batterono per la democrazia e la libertà in quel lontano 1943-1945.

Per avvicinare sempre più persone alla nostra associazione e cercando di parlare di Resistenza con linguaggi nuovi e magari più vicini alle nuove generazioni, Anpi Genazzano presenta lo spettacolo teatrale:

ANNUSKA
Piazza San Giovanni - domenica 27 aprile 2014, ore 18:00

Con Rosa Sironi per la regia di Ferdinando Vaselli e la partecipazione di Teresa Vergalli, arriva anche a Genazzano Annuska, spettacolo tratto dal libro "Storie di una staffetta partigiana" della Vergalli.

Nell'ambito della XII edizione di Fuochi nella Notte, manifestazione organizzata dall'Associazione Culturale Saltatempo, Teresa dopo settant'anni porta ancora una volta un messaggio. Sarà Annuska (Rosa) a consegnarlo, non più in sella alla bicicletta ma dal palcoscenico.
Una formula nuova, usata in modo quasi sperimentale per raccontare la società attraverso il teatro, intendendo la memoria non solo come strumento astratto di conoscenza ma come indagine sulla contemporaneità.

L'Anpi Genazzano vuole raccontare storie, tirandole fuori da bauli impolverati pieni di fotografie, oggetti, storie di persone ed eroi comuni. Usando linguaggi nuovi, moderni, per avvicinare generazioni lontane tra loro; per comunicare soprattutto ai giovani i contenuti, i valori, gli ideali di una esperienza fondamentale per la nostra storia come è stata la Resistenza.

La scrittura drammaturgica di Ferdinando Vaselli e l'intensa interpretazione di Rosa Sironi hanno decretato il successo di Annuska, spettacolo finalista al Premio Tuttoteatro.com "Dante Cappelletti", svoltosi al Teatro Valle di Roma nel 2006. Altri prestigiosi Festival e rassegne teatrali hanno ospitato Annuska proprio in occasione delle celebrazioni del 25 aprile.

venerdì 18 aprile 2014

25 APRILE 1945 - 25 APRILE 2014 FESTA DELLA LIBERAZIONE

25 APRILE 1945 - 25 APRILE 2014
 
FESTA DELLA LIBERAZIONE

Venerdì 25 aprile alle ore 9.30 alla fermata Metro Colosseo
Corteo fino a Porta S. Paolo
 
 

Comunicato Stampa. Grillo e la Shoa. Nassi: “Chieda scusa alle vittime dello sterminio e venga con me Auschwitz per un viaggio della memoria”.


Comunicato Stampa Anpi Roma. Grillo e la Shoa. Nassi: “Chieda scusa alle vittime dello sterminio e venga con me Auschwitz per un viaggio della memoria”.
“Con la consapevole mancanza di rispetto verso la Shoa, Beppe Grillo ha superato ogni limite di decenza, ha offeso le comunità ebraiche e noi tutti” dichiara Ernesto Nassi, presidente dell’Anpi di Roma. “Invece di calpestare la storia a scopo elettorale, il comico potrebbe investire i suoi soldi in un viaggio della memoria, sarei lieto di accompagnarlo per fargli comprendere l’enormità delle sue vergognose parafrasi di parole e testimonianze che grondano sangue e dolore. Venga con me ad Auschwitz – Birkenau e potrà vedere e capire quanto siano state ignobili le sue manipolazioni e chieda scusa alle famiglie delle vittime dello sterminio nazista.”

Roma, 15 aprile 2015

ANPI Provinciale di Roma e del Lazio - via S. Francesco di Sales 5 - 00165 ROMA

Smuraglia, presidente nazionale Anpi: no a questa riforma del Senato. Presto una manifestazione.

"Riforma del Senato: il Comitato nazionale dell’ANPI, unanime, ha espresso la sua contrarietà ad un progetto (quello del Governo) che, unendosi ad una legge elettorale come quella che è stata approvata alla Camera ed al proposito di irrobustire i poteri del Presidente del onsiglio e del Governo, si risolverebbe (oltretutto) in una ulteriore e grave riduzione dei margini di democrazia, che subiscono da tempo una lenta ma progressiva erosione e che, invece, noi consideriamo intangibili, alla luce dei princìpi e dei valori costituzionali."

Così interviene il presidente nazionale dell'Anpi, Carlo Smuraglia, nell'ultimo numero di ANPI News. Presto una manifestazione pubblica.

"Non siamo, lo abbiamo già detto, per conservare l’esistente a tutti i costi. In un apposito documento indicheremo nei prossimi giorni le possibili alternative, utili per risolvere l’unico vero problema su cui concordiamo: quello di due Camere che fanno la stessa attività (il bicameralismo “perfetto“); un problema che può essere risolto in molti modi, scegliendo fra i tanti modelli esistenti, ma rispettando la linea costituzionale di valorizzazione, prima di tutto, del Parlamento, in quanto rappresentante diretto della volontà popolare.

Su questo tema, il Comitato nazionale ha deciso, sempre all’unanimità, di organizzare una importante manifestazione pubblica fra il 25 e il 30 aprile, in una sede che nei prossimi giorni sarà definita dalla Segreteria. Non mancheremo di invitare alla manifestazione, oltre ai nostri organismi periferici, tutte le associazioni che da sempre si battono per questa Costituzione. E speriamo davvero in una partecipazione diffusa e unitaria.

L’arroganza non ha limiti, in questo Paese. Ma quando ad essa si unisce anche la mancanza di una cultura politico-istituzionale ( ed anche questo non è raro ), il problema diventa serio Una riforma importante, come quella del Senato, non può essere fatta in fretta e con scadenze precise, perché ci sono le elezioni europee. Ed è davvero sorprendente che si emanino, al riguardo, dei veri e propri diktat, senza ascoltare nessun richiamo all’attenzione, alla ragionevolezza,all’esigenza di rispetto delle linee fondanti della Costituzione.

Ancora più grave il fatto che due esponenti di rilievo del PD richiamino (nientemeno) il Presidente del Senato ad una disciplina di partito, ignorando che la seconda carica dello Stato deve rappresentare una garanzia ( anche di imparzialità ) per tutti. Ugualmente grave il fatto che si ironizzi sui “professori” e se ne parli con sufficienza; posizioni come queste non evocano soltanto la mancanza di cultura istituzionale, ma rappresentano tout court un deficit culturale, particolarmente evidente in un Paese che dovrebbe essere la patria della cultura, dell’arte, dei saperi.
Carlo Smuraglia, presidente nazionale Anpi - www.anpi.it

lunedì 14 aprile 2014

Memoria in Musica, il 15 aprile all'Università la Sapinza


Memoria in Musica
il 15 Aprile 2014 alle ore 17.30 presso l'Aula Magna Sapienza Università di Roma Piazzale Aldo Moro

Le Scuole a Indirizzo MusicaleAnguillara I.C. "San Francesco" - San Cesareo I.C. "C. Pavese" - Labico I.C. "P. Marsili" - Valmontone I.C. "Zanella" - Palestrina I.C. "G. Pierluigi" - Roma I.C. "Parco della Vittoria" - Subiaco I.C. "A. Angelucci" 

presentano: Memoria in Musica Spettacolo musicale-narrante 
Ispirato ai valori di Libertà, Giustizia e Convivenza pacifica
fondamento della Costituzione Italiana

Coro e Orchestra delle Scuole a Indirizzo Musicale
Michele Novaro: Inno d’Italia
Rudi Goguel: Canto dei deportati
Popolare: Bella Ciao
Giorgio Gaber: La Libertà
Nicola Piovani: La vita è bella

Interventi
Alessandra Cattoi, Assessore alla Scuola Roma Capitale
Paolo Masini, Assessore Lavori Pubblici Roma Capitale
Ernesto Nassi, Presidente Provinciale ANPI
Interventi dei ragazzi

Ingresso libero

Informazioni: Angelo Colone 345 4316005 - Marco Quaranta 347 6486327
 
Sez. ANPI 'Omero Ciai' Trastevere e Sezione ANPI Università-Castro Pretorio 'Partigiani sempre' Walter Rossi
 
 
 

 

domenica 13 aprile 2014

'La Resistenza sconosciuta'I.M.I., deportazione resistenza riscatto. ANPI Adele Bei, il 15 aprile

LA RESISTENZA SCONOSCIUTA 8 settembre 1943
Dopo il crollo del fascismo (luglio '43), il collasso della monarchia, la dissoluzione dell'esercito...
I.M.I. (internati militari italiani) deportazione resistenza riscatto

martedì 15 aprile, sala S. Weil ore 16:30 presso la CGIL nazionale

ne parleranno:
Sergio Sinchetto
Presidente sezione ANPI Adele Bei

Col. Antonino Zarcone
Capo ufficio storico Stato Maggiore Esercito

Rastrellamento del Quadraro. Il 17 aprile, Largo dei Quintili



Roma non dimentica
Il rastrellamento del Quadraro
(17 aprile 1944 – 17 aprile 2014)



NEL 70° DEL RASTRELLAMENTO DEL QUADRARO LE SEZIONI ANPI DEL
QUADRARO, CENTOCELLE, PIGNETO-TORPIGNATTARA E APPIO
RICORDANO I CADUTI CIVILI E PARTIGIANI COMBATTENTI AFFRATELLATI DALL'ODIO VERSO IL FANATISMO NAZI-FASCISTA E L'ODIOSA OCCUPAZIONE TEDESCA

INVITANDO LA POPOLAZIONE TUTTA A PARTECIPARE ALLA COMMEMORAZIONE
CHE SI SVOLGERA' A PARTIRE DALLE ORE 9 DEL 17 APRILE 2014

PRESSO LA LAPIDE DI LARGO DEI QUINTILI AL QUADRARO.


Durante l'occupazione nazista di Roma (8 settembre '43 – 4 giugno '44), il Quadraro era noto come covo di partigiani, renitenti alla leva, sabotatori e oppositori al regime, tanto da essere chiamato dall'ambasciatore tedesco a Roma “Nido di Vespe”.

Il 10 aprile 1944, lunedì di Pasqua, Giuseppe Albano (detto “il Gobbo di Quarticciolo”) e altri due partigiani incrociano casualmente presso la trattoria da Gigetto in via Calpurnio Fiamma tre soldati tedeschi. Questi riconoscono Albano, già ricercato per le azioni operate al Quarticciolo, e tentano di mettere mano alle armi, preceduti però da Albano e i suoi che li lasciano a terra senza vita.

L'episodio di Pasquetta costituisce il pretesto di cui il comando nazista si serve per regolare una buona volta i conti con il “Nido di vespe”, attuando il disegno criminale di persecuzione e rappresaglia contro la popolazione civile pianificato già all'indomani dell'attentato di Via Rasella (23 marzo '44) di cui le Fosse Ardeatine costituiscono il primo tragico atto.

Il 17 aprile 1944, verso le 4 del mattino, inizia dunque l'Operazione Balena. Truppe tedesche guidate da Kappler e coadiuvate dalla Gestapo, dalle SS e dai torturatori della Banda Koch, circondano l'intero quartiere bloccandone ogni via di accesso.

Il rastrellamento fu un vero e proprio atto di polizia politica volto sia a fiaccare la resistenza e a colpire lo spirito combattivo di quelle zone periferiche della Città così coraggiosamente solidali con i partigiani, sia a liberare uno snodo strategico per il rifornimento delle truppe tedesche impegnate sul fronte sud dagli Alleati in avvicinamento.

Quel 17 aprile iniziò per i 947 cittadini romani, rastrellati dal Quadraro, il lungo calvario che - dopo varie soste – li vide infine deportati come “lavoratori volontari” nei campi di concentramento del Centro e Nord Europa e costretti a lavorare in condizioni disumane a sostegno dello sforzo bellico nazista.

Sottoposti a condizioni di lavoro estreme. Senza scarpe, senza vestiti, senza cibo, senza riposo, esposti in queste condizioni al rigido inverno continentale e all'arbitrio dei feroci aguzzini nazisti, ancora più rabbiosi e violenti all'approssimarsi della loro inevitabile sconfitta. Di questi uomini tra i 16 e i 60 anni, che saranno ricordati successivamente come gli “Schiavi di Hitler”, solo circa la metà farà ritorno a Roma e al Quadraro a guerra finita. Molti di essi solo per morirvi qualche tempo dopo come conseguenza delle condizioni di prigionia e delle malattie contratte nel corso della stessa.

Il 17 aprile 2004 nel 60° i Municipi ex VI° e ex X° di Roma, in ricordo del rastrellamento del Quadraro, sono insigniti della Medaglia d'Oro al valore civile.

Sezioni ANPI
Nido di Vespe” Quadraro-Cinecittà “G. Sangalli” Centocelle
G. Marincola” Pigneto-Torpignattara “O. Leonardi e A. Spunticchia” Appio








Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. di Roma e del Lazio; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.

Blog a cura di Beatrice Foroni