venerdì 19 dicembre 2014

Comunicato Stampa. Atto vandalico sedi ANPI e PD Marconi: sdegno dell'Anpi di Roma

Comunicato Stampa
Atto vandalico sedi ANPI e PD Marconi: sdegno dell'Anpi di Roma

L'Anpi di Roma esprime solidarietà e preoccupazione per l'ennesimo atto vandalico che è stato subito questa mattina dal Circolo Pd Marconi, sede anche della locale sezione Anpi Ragazze della Resistenza. Dopo gli insulti scritti sulla porta, il lancio di oggetti sui militanti e la manomissione della serratura oggi è stato dato fuoco alla porta - che per fortuna non ha subito gravi danni - su cui era affisso un volantino di una iniziativa con il Sindaco Marino.
Denunciamo ancora una volta il clima di intolleranza politica e di violenza ormai diffusa nella nostra città.

Roma, 19 dicembre 2014

ANPI Roma - via S. Francesco di Sales 5 - 00165 ROMA – www.anpiroma.org

Gli auguri del presidente dell'Anpi di Roma Ernesto Nassi: "...felici di festeggiare il settantesimo della Liberazione con i nostri partigiani nel cuore".

Carissime compagne e compagni,
 
essere iscritti all’A.N.P.I. è una scelta che esprime soprattutto l’esigenza di affermare gli ideali costitutivi dell’Italia democratica e antifascista che, in questo momento, sono oggetto di tentativi di  modifica, l’A.N.P.I. si batte contro queste modifiche costituzionali, ritenute pericolose ed inutili che vanno a toccare quanto, volutamente, scritto dai nostri Padri costituenti a difesa della Democrazia.                                                                                                                                   
Il nostro Paese è coinvolto da anni è in una morsa recessiva europea, accentuata da scelte politiche nazionali non idonee al suo superamento, con una crisi occupazionale giovanile circa al 44%  e con scarse prospettive per il loro futuro, se non emigrare all’estero, come i nostri antenati.
 
Il malessere della gente è giunto a livelli di guardia e, mestatori di professione (vedi CasaPound),  insinuano tra le classi meno protette il virus della rabbia sociale che si rivolge contro gli immigrati, colpevoli secondo loro del malessere sociale, facendo leva su disperazione e miseria, come avviene a Roma con la presenza di attivisti che non perdono occasione per fomentare manifestazioni di razzismo contro delle persone venute nel nostro Paese (Paese di emigranti) con la speranza di una vita migliore.
 
La politica che decide non può seguitare a perdere del tempo escogitando “formule” politiche astratte, “patti” e promesse a lungo termine … i problemi veri da affrontare e risolvere sono altri e si chiamano: disoccupazione, una scuola moderna al passo con l’Europa, la vivibilità dell’ambiente e sua conservazione, il dissesto idrogeologico, con la puntuale alluvione di Genova a cui negativamente ci stiamo abituando.
 
Altra questione su cui il Governo e il Parlamento devono intervenire è sul blocco delle pensioni, rivalutandole, un adeguamento delle pensioni sociali, portandole a cifre degne di civiltà, oggi a cifre vergognose, a cui sono condannate decine di migliaia di pensionati. Affrontare seriamente il tema delle “pensioni d’annata” che sono uno schiaffo alla povera gente! Poi il “Problema dei problemi” la criminalità e la collusione con la politica, come si è scoperto a Roma dove “Gole insaziabili” tolgono il futuro ai nostri figli e nipoti … La gente è stanca di questo andazzo ed è ora di avere politici che pensano al Paese e no a loro stessi. Per risolvere i problemi economici i soldi possono arrivare: basta fare una cosa semplicissima:“La Patrimoniale”! Inoltre, ridurre le spese parlamentari e il controllo reale della evasione fiscale, creando posti di lavoro e condizioni umane per i cittadini tutti.
 
Questione fascismo”: c’è un silenzio che lascia perplessi, le manifestazioni nostalgiche non si contano più, sono arrivate a livello di guardia e fino ad ora, salvo sporadiche iniziative, non ci sono da parte delle Istituzioni interventi atti a prevenire questa disgustosa nostalgia del passato. Non possiamo più tollerare questo stato di cose, quindi è tempo di far sentire la nostra voce in una piazza di Roma, per rilanciare gli ideali delle “Ragazze e dei ragazzi della Resistenza”!   

Care compagne e compagni, a voi tutti i miei più sinceri auguri di buone feste unitamente alle vostre famiglie, auguro un 2015 bellissimo, felici di festeggiare il settantesimo della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, con nel cuore il ricordo dei nostri partigiani.
Un fraterno abbraccio e tanti auguri                                                                                             
Ernesto Nassi
Presidente A.N.P.I. Provinciale di Roma

mercoledì 17 dicembre 2014

Ricordo dei partigiani Carla Capponi e Rosario Bentivegna. Il 19 dicembre alla Casa della Memoria


L’A.N.P.I. Provinciale di Roma ricorda Carla Capponi e Rosario Bentivegna
Venerdì 19 dicembre 2014 ore 17:30 alla Casa della Memoria e della Storia
Via San Francesco di Sales, 5

Rosario Bentivegna e Carla Capponi, figure storiche della resistenza romana al nazifascismo, partigiani pluridecorati per le tante azioni compiute a Roma e Provincia.
La storia dei due gappisti romani meritava una conclusione degna del loro valore ma, purtroppo, non è stato possibile o non si è voluto rispettare il loro desiderio di essere collocati al cimitero acattolico di Testaccio, nei pressi di Porta San Paolo dove avevano combattuto.

Non sempre la riconoscenza storica rispetta i protagonisti come i nostri due compagni ed è questo che il 19 dicembre a tre mesi dalla conclusione della loro triste vicenda, vogliamo ricordarli con affetto immutato, orgogliosi di loro.


lunedì 15 dicembre 2014

L'ANPI di Roma piange la scomparsa di Bianca Bracci Torsi

La notte di domenica 14 dicembre è venuta a mancare la compagna Bianca Bracci Torsi.
Bianca ha contribuito, seppur giovanissima, alla Resistenza partigiana nella sua Toscana.
Militante PCI e poi tra i fondatori del Partito della Rifondazione Comunista, è stata dirigente dell'ANPI di Roma, città dove da decenni risiedeva diventando punto di riferimento centrale per tutto l'antifascismo romano.
L'ANPI di Roma perde una compagna appassionata, intelligente, contraddistinta da una prorompente umanità che tarsmetteva a chiunque avesse la fortuna di condividere con lei percorsi politici e umani.

La camera ardente verrà allestita questo pomeriggio, dalle ore 17:00 alle 22:00 presso la sede nazionale del PRC in Via Flaminia, 53.
I funerali si terranno domani, martedì 16 dicembre, alle ore 10:00 presso il tempio egizio al cimitero del Verano.

Incontro con la staffetta partigiana Teresa Vergalli. 17 dic. ITIS Cannizzaro, Colleferro


La sezione ANPI di Collefferro vi invita mercoledì 17 dicembre alle 16.00 all’incontro con la staffetta partigiana Teresa Vergalli presso l'Aula magna dell'ITIS Cannizzaro a Colleferro.

 
 “Persisteva una rete di idealisti ostili al regime che ancora sognavano quel famoso sol dell’avvenire, magari trasformato prosaicamente in quel segreto e ruspante auspicio pensato o masticato rabbiosamente tra i denti, che dice: ”Ha da venì Baffone!”.

Questo sentimento è stato tenuto in vita dai molti, finiti nelle galere o al confino, e dai molti altri scampati alla persecuzione e disseminati tra le campagna.”

venerdì 12 dicembre 2014

Congratulazioni dell'ANPI di Roma al compagno Stelvio Garasi per la laurea in storia contemporanea

L'Anpi Provinciale di Roma invia le più sentite congratulazioni al compagno Stelvio Garasi, per la sua laurea in Storia Contemporanea appena conseguita, esprimendo gli auguri per gli ulteriori studi che intende intraprendere.

Garasi, 60 anni, militante della sezione ANPI Marconi - Ragazze della Resistenza, è membro del Comitato Provinciale dell'Anpi.


IPAZIA, vita e sogni di una scienziata del IV secolo. Il 13 dicembre sez. ANPI Ragazze della Resistenza


La sezione ANPI Marconi 'RAGAZZE DELLA RESISTENZA' in collaborazione con la sezione ANPI Trullo-Magliana “F. Bartolini”, per ricordare una coraggiosa e ‘partigiana’ donna del mondo antico nell’ambito del ciclo "la mia resistenza", vi invita ad un incontro con Adriano PETTA che presenterà il suo libro IPAZIA, vita e sogni di una scienziata del IV secolo - La Lepre edizioni. Letture di brani a cura delle Ragazze della Resistenza.

Sabato 13 dicembre, ore 17,30 presso la sede di via Barsanti 25/2 (circolo PD Marconi – Piazzale della Radio)

mercoledì 10 dicembre 2014

Adesione dell'Anpi di Roma allo Sciopero generale CGIL UIL del 12 dicembre

L'Anpi Provinciale di Roma aderisce allo sciopero generale del 12 dicembre indetto da CGIL e UIL.

Appuntamento per i compagni a Piazza Esquilino alle ore 8,45 dietro lo striscione I PARTIGIANI.
Il corteo si concluderà a Piazza S.S. Apostoli.


mercoledì 3 dicembre 2014

'Le donne nella Resistenza': l'11 dicembre a Cinecittà con la sez.Anpi Nido di Vespe



La Sezione ANPI 'Nido di Vespre' vi invita a:

"Le donne nella Resistenza - Sguardi sulle resistenze di ieri e di oggi"
Giovedì 11 dicembre 2014, Sala Rossa del Municipio VII,
Piazza Cinecittà, ore 17,30

Susanna Fantino: presidente Municipio Roma VII
Vittoria Tola: presidente nazionale UDI
Patrizia Cecconi: Mezzaluna Rossa palestinese in Italia
Tina Costa: vicepresidente Anpi Provinciale di Roma
Anna Maria Spognardi: 
vicepresidente Anpi Provinciale di Roma
Una rappresentante della Rete italiana di solidarietà con il popolo curdo
Coordina Tania Tocci: Sez. Anpi Nido di Vespe




Parlare di Resistenza oggi non è una questione di nostalgia.Resistenza non è passato ma futuro.

Resistere oggi significa anche lottare contro le nuove forme di sfruttamento e prevaricazione facendo rivivere i valori di giustizia e uguaglianza su cui è fondata la Resistenza. È lottare per la salvaguardia del territorio, lottare per una vita affrancata dalla precarietà: una vita in cui il lavoro sia un diritto e non un ricatto a cui sottostare. Lottare per una società che consideri la libertà di movimento dei popoli e delle culture una ricchezza e non una minaccia.
Tutti i cittadini devono impegnarsi a “resistere” per costruire un futuro diverso, libero in cui la dignità umana sia rispettata sempre ed ovunque.
Questo incontro vuole fare storia e memoria partendo da tempi a noi lontani ma stabilendo un filo rosso che unisca quel mondo a tutte le resistenze di oggi, spesso non molto lontane da noi, che vedono in prima linea le donne: resistenti e combattenti in difesa dei propri diritti e non solo.
Nel movimento di resistenza curdo le donne svolgono un ruolo attivo organizzandosi come forze combattenti: esse imbracciano un’arma per difendere il proprio popolo e nello stesso tempo per sottrarsi ad un ruolo che il sistema sociale vorrebbe fosse relegato solo in ambito familiare. Uno degli scopi dell’Isis è condurre una guerra sistematica contro le donne: stuprate, rapite e vendute. Nel Royava (Kurdistan occidentale) esse combattono per tutte le donne del mondo e tutti lo devono sapere.
La situazione a Gaza non è facile. L’embargo imposto da Israele, il blocco delle frontiere, le incursioni continue hanno trasformato un territorio dall’economia prospera in una zona di povertà ed esclusione. E, come succede ovunque, le prime a sparire dalla società sono le donne. La guerra ha cambiato anche la percezione delle cose, e rivendicare i propri diritti di donna non sembra più fondamentale. Quando la dignità ti è tolta in ogni momento, fai fatica a chiederla a casa. Eppure molte conquiste delle donne palestinesi resistono nonostante le difficoltà, oggettive e soggettive.
Resistono finché possono, perché l’unica cosa che non hanno tolto loro, è la resistenza”.
Si arriva poi alle “primavere arabe”, le rivolte che hanno sconvolto il contesto nordafricano e mediorientale. Gli scenari cambiano rapidamente ma quello che resta immutabile ed indiscutibile è la presenza, compatta e senza precedenti, delle donne come forza motrice delle rivolte stesse sin dal loro inizio.


Primavera, rivolta, rivoluzione non sono femminili solo per il genere del sostantivo.
Una riflessione seria e propositiva su quanto sta accadendo a sud dell’Europa, quindi, non può prescindere dalla questione femminile e non può non partire dalle voci delle protagoniste: le donne.

È con questo spirito che vogliamo puntare i riflettori su queste tematiche.

ANPInews n. 142 – 25 novembre / 2 dicembre 2014

Su questo numero di ANPInews:


APPUNTAMENTI

30 novembre 2014, nelle piazze d’Italia:
GIORNATA NAZIONALE DEL TESSERAMENTO ALL’ ANPI

Ha superato quota 100 il numero delle piazze d’Italia dove l’ANPI terrà la sua Giornata Nazionale del tesseramento. Sarà un’occasione per incontrare le cittadine e i cittadini, riflettere con loro sul difficile momento che sta attraversando il nostro Paese, per parlare di neofascismo e di antifascismo, di lavoro come fondamento della Repubblica, di rinnovamento della politica, di democrazia.
In più, particolare attenzione verrà posta alle Riforme Costituzionali e soprattutto a quella del Senato, già approvata in prima lettura in una versione che non potrebbe essere più inadeguata, anche rispetto alle linee portanti della Costituzione, nonché alla Legge elettorale, anch’essa già approvata dalla Camera in un testo contrario alle indicazioni della Corte Costituzionale e non corrispondenti alle attese e ai diritti dei cittadini.
Su questi temi e, più in generale, sul tema della democrazia, l’ANPI intende illuminare il Paese e far sentire con forza la sua voce.




lunedì 1 dicembre 2014

3 dicembre“Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità”

Come è noto l’ONU ha proclamato il 3 dicembre “Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità”con la finalità di promuovere le istanze delle persone con disabilità e sostenere il riconoscimento di diritti quali inclusione, pari opportunità e non discriminazione.
AVI onlus – Agenzia per la Vita Indipendente – ed ECAD in collaborazione con FISH e con il patrocinio di Roma Capitale celebrerà il 3 dicembre presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma.
Ogni anno l’ONU affida alle celebrazioni del 3 dicembre un tema e quest’anno sarà “Sviluppo sostenibile: la promessa della tecnologia“ dedicato alla tecnologia intesa come strumento di inclusione nella società al quale sarà dato ampio spazio negli eventi da noi organizzati.
La mattina alla presenza di alcune scuole si terrà la conferenza sulle “Tecnologie meccatroniche e robotiche per la riabilitazione e per l'assistenza alle persone con disabilità” ed altri argomenti correlati tra i quali “L’accessibilità al web per le persone con disabilità visiva” e “Stampa 3D: Open source tra tecnologia e creatività”
Nel pomeriggio presenteremo il libro “La mia storia ti appartiene: 50 persone con disabilità si raccontano” edito da Progetto Cultura, alcuni attori parteciperanno con letture e sarà presentata la video-mostra “La mia immagine ti appartiene” a cura di SpamLife.
La giornata si concluderà con la proiezione della video-mostra “Nulla su di noi, senza di noi!” realizzata da FISH
Parteciperemo inoltre il 4 dicembre alla fiera Piùlibripiùliberi al Palazzo dei Congressi di Romapresentando il libro “La mia storia ti appartiene: 50 persone con disabilità si raccontano” a cura di Silvia Cutrera e Vittorio Pavoncello – Edizioni Progetto Cultura
 
 
 

domenica 30 novembre 2014

Manifestazioni di estrema destra contro i nomadi a Roma: in nome della libertà di pensiero non ci possono essere azioni e parole fasciste

Esprimiamo la più dura condanna per la manifestazione anti nomadi che i movimenti di estrema destra di Roma hanno inscenato lo scorso 28 novembre a via Lombroso (XIV Municipio), impedendo di fatto alle famiglie del campo nomadi di accompagnare i figli a scuola. Le forze dell'ordine intervenute avrebbero dovuto garantire un diritto costituzionale, l'istruzione di quei bambini la cui maggioranza sono cittadini italiani, e non l'incitamento all'odio dei soliti noti. La libertà di pensiero è un diritto costituzionale, ma in virtù di quel diritto non ci possono essere parole e azioni degne solo delle leggi razziali fasciste. Quello che si sta instaurando è un clima di caccia allo straniero di stampo fascista. C'è da chiedersi se la manifestazione sia stata autorizzata dalla Questura, perché se non lo fosse stata, gli organizzatori dovrebbero essere individuati e perseguiti.

Siamo veramente preoccupati per la deriva sociale in atto, ma l'indignazione non basta più, vogliamo un chiaro segnale da parte delle istituzioni democratiche.

Richiamiamo la politica, nazionale e locale, a prendersi le proprie responsabilità e ad occuparsi di migranti, richiedenti asilo e nomadi in chiave non emergenziale e a non cadere nel ricatto di chi cerca solo propaganda e consenso. Ci auguriamo anche che i media si adoperino per una corretta informazione. Nei giorni scorsi alcuni quotidiani hanno riferito di aggressioni da parte di nomadi, non verificate e poi smentite, ed alcuni programmi televisivi hanno dato fin troppo risalto alla violenta rabbia popolare accreditandola a interi quartieri e città.  

Nota dell'ANPI Provinciale di Roma

Per approfondire: Studenti e prof sulle aggressioni: tutto falso

Articolo di Gad Lerner su La Repubblica del 29 nov 2014:
Torna la caccia al Rom, e la destra fascio-leghista impazza in TV

giovedì 27 novembre 2014

Giornata del Tesseramento 30 novembre a Largo Argentina

Giornata del Tesseramento 30 novembre 2014

Tutti in piazza con le nostre radici: Antifascismo, Resistenza, Costituzione

L'ANPI Provinciale di Roma sarà presente
domenica 30 novembre a Piazza Argentina
dalle 10,30 alle 18,30
(compatibilmente con le condizioni meteo)


Domenica 30 novembre, in tante piazze d'Italia, l'ANPI terrà la sua Giornata Nazionale del tesseramento. Sarà un'occasione per incontrare le cittadine e i cittadini, riflettere con loro sul difficile momento che sta attraversando il nostro Paese, per parlare di neofascismo e di antifascismo, di lavoro come fondamento della Repubblica, di rinnovamento della politica, di democrazia. 


In più, particolare attenzione verrà posta alle Riforme Costituzionali e soprattutto a quella del Senato, già approvata in prima lettura in una versione che non potrebbe essere più inadeguata, anche rispetto alle linee portanti della Costituzione, nonché alla Legge elettorale, anch'essa già approvata dalla Camera in un testo contrario alle indicazioni della Corte Costituzionale e non corrispondenti alle attese e ai diritti dei cittadini.
Su questi temi e, più in generale, sul tema della democrazia, l'ANPI intende illuminare il Paese e far sentire con forza la sua voce.


Giornata del tesseramento al Trullo sabato 29 novembre

La sezione ANPI Trullo-Magliana "Franco Bartolini" organizza, in occasione della giornata nazionale del tesseramento ANPI, un dibattito pubblico su Costituzione e Lavoro in Piazza Cicetti (Trullo) Sabato 29 novembre alle ore 10:30.







Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. di Roma e del Lazio; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.

Blog a cura di Beatrice Foroni