lunedì 21 maggio 2018

Comunicato sulla chiusura della Casa Internazionale delle Donne di ANPI Provinciale di Roma, ANED Roma e Circolo Gianni Bosio


Comunicato sulla chiusura della Casa Internazionale delle Donne di ANPI Provinciale di Roma, ANED Roma e Circolo Gianni Bosio

ANPI, ANED, Circolo Gianni Bosio esprimono profonda inquietudine e indignazione per la chiusura della Casa internazionale delle donne decisa con la mozione presentata dalla consigliera Guerrini e approvata venerdì scorso con i soli voti del Movimento 5 Stelle, assenti le opposizioni. La Sindaca non era in aula.
Queste donne che rivestono importanti incarichi nelle istituzioni romane ignorano la storia di sacrifici, di lotte e di battaglie che le hanno portate ad essere protagoniste della vita politica e ignorano il patrimonio storico, sociale, culturale e professionale che la Casa delle Donne rappresenta per le donne di Roma e non solo.
 Luogo storico che viene visitato ogni anno da 30.000 donne, che ospita 30 associazioni, cooperative, onlus, che ha 17 dipendenti assunte a tempo indeterminato che svolgono mansioni di mensa/ristorazione foresteria, gestione spazi interni segreteria organizzativa. Una quota di queste donne appartiene alle categorie più svantaggiate; Casa che accoglie l’archivio del femminismo ed è la sede di tante battaglie contro le discriminazioni e le violenze.
Questo attacco violento alla libertà delle donne è una ferita alla nostra città, alla democrazia.
Oggi alle 18 ci vediamo tutti e tutte in Piazza del Campidoglio per riaffermare tutte insieme” Giù le mani dalla Casa delle donne”.
Partecipiamo numerose e numerosi e firmiamo l’appello” Una casa per tutte” (www.change.org/p/virginia-raggi-una-casa-per-tutte)
Apriamo con tutte le forze democratiche una vertenza col Comune che porti a riconoscere il valore della Casa e non faccia passare la prima sindaca di Roma come colei che ha chiuso la Casa internazionale delle donne.
Chiediamo anche di aprire una confronto su gli spazi del Comune di Roma riconoscendone il valore per lo sviluppo civico, cosi come ha fatto, con apposita delibera, il Comune di Napoli.

ANPI Provinciale di Roma
ANED – Sezione di Roma
Circolo Gianni Bosio

domenica 20 maggio 2018

25 aprile 2018: articolo su Patria Indipendente sulle celebrazioni svoltesi in tutta Italia

Quest’indimenticabile 25 aprile

Un fiume di popolo nelle piazze e nelle strade d’Italia per festeggiare la Liberazione e tutelare la democrazia. Le testimonianze dei presidenti dei Comitati provinciali Anpi da Milano, Roma, Bologna, Firenze, Udine, Bari, Cagliari
http://www.patriaindipendente.it/idee/copertine/questindimenticabile-25-aprile/


giovedì 17 maggio 2018

Roma, festa della Liberazione 2018. Musica e parole di Resistenza



Roma, festa della Liberazione 2018. Musica e parole di Resistenza


Roma 25 aprile 2018, Porta San Paolo. Manifestazione organizzata dall'ANPI provinciale di Roma. Festa della Liberazione dedicata a tutti i Partigiani - quelli di ieri, di oggi e di domani - da parte di: - Banda della scuola popolare di musica di Testaccio e Coro Inni e canti di lotta della SPMT

mercoledì 16 maggio 2018

19 maggio 2018 La Guerra di Peppe - aula magna liceo Montale di Via Bravetta


 UNGARETTI E LA GRANDE GUERRA
INIZIATIVA BENEFICA
La sezione ANPI 'RAGAZZE DELLA RESISTENZA' di Roma (Marconi) invita a partecipare all'iniziativa culturale e benefica di sabato prossimo a cui collabora e a cui ha dato il proprio patrocinio:

Sabato 19 maggio alle ore 17,30 presso l'Auditorium del liceo 'Eugenio Montale' in via di Bravetta 545 l'associazione Koinonia presenta un evento tra cultura e solidarietà in collaborazione con le associazioni 'NoiNuvolaRossa' e 'ANPI Ragazze della Resistenza'.
Verrà infatti rappresentato il reading per poesia, musica e immagini 'La guerra di Peppe. Racconto tra la trincea dei contadini e la poesia di Giuseppe Ungaretti ' scritto e diretto dal prof. Andrea Barbetti,  con l'aiuto regia di Elisa Bisson, ex alunna del liceo, e con l'amichevole partecipazione di docenti, ex alunni e alunni della 4 E del 'Montale'.
Lo spettacolo mette in scena la prima guerra mondiale raccontata dalle parole di un fante contadino e dai versi di Giuseppe Ungaretti. Un ricordo sentito a cent'anni dal conflitto che per l'Italia ha visto cadere oltre seicentomila uomini, per la maggior parte contadini e operai.
L'iniziativa infatti è finalizzata quest'anno a sostegno di progetti solidali che la Onlus Koinonia ha in Africa

18 maggio 2018: Storia della Resistenza sui Monti Prenestini e l'Alta Valle del Sacco - inaugurazione mostra e presentazione libro


"Domani avvenne" inaugurazione mostra alla Casa della Memoria e della Storia


“Domani Avvenne”, alla Casa della Memoria e della Storia di Roma dal 18 maggio al 7 settembre 2018, illustra, in 45 pannelli espositivi a colori  realizzati nel 2015, la storia della Resistenza partigiana e patriottica in alcuni comuni a sud di Roma tra i Monti Prenestini e l’Alta Valle del Sacco:  Genazzano, Paliano, San Vito Romano, Olevano Romano, Palestrina, Cave, Rocca di Cave e Guadagnolo.

La ricerca è stata realizzata con un processo partecipativo che ha coinvolto, spontaneamente, anche giovani laureati, saggisti del territorio e familiari delle persone coinvolte negli accadimenti. La realizzazione della mostra è frutto della collaborazione dei Comuni di Genazzano, Bellegra ed Olevano Romano (in partenariato con la locale sezione A.N.P.I.) alla stesura del progetto per il bando emesso dalla Regione Lazio “Settant’anni dalla fine della guerra 1944-45/2014-15”.

Senza aver la pretesa di essere divulgazione della storia della seconda guerra mondiale, la mostra ha una valenza storiografica specifica sia nella narrazione dei fatti sia nella peculiare modalità di interpretazione, descrizione e “scrittura”. La cronaca storiografica, necessariamente parziale e provvisoria, è ricostruita tramite l’intreccio, nello spazio e nel tempo, di pagine di diari privati, rapporti epistolari dei combattenti con le proprie famiglie, testimonianze orali dirette e/o selezioni di pubblicazioni concesse negli anni dai protagonisti e dai loro familiari o conoscenti. Fotografie inedite dell’epoca e documenti ufficiali d’archivio fanno da cornice e da filo conduttore tra gli spaccati di vita vissuta. Il racconto conclusivo si presta ad una ricomposizione del tutto soggettiva da parte del visitatore.

I pannelli introduttivi, che espongono i fatti salienti che hanno condotto l’Italia in guerra sino all’8 settembre 1943, comprendono dati e statistiche che riportano l’effettiva valutazione di perdite umane e di patrioti impegnati nella resistenza nel territorio laziale. Gli altri pannelli sono divisi per comuni e raccontano singole storie di vita all’interno di avvenimenti più complessi.

Obiettivo della mostra è sviluppare la coscienza collettiva del territorio sulla Resistenza, le attività di ricerca individuale o associativa interessi in comune tra generazioni e attori della storia diversi, ma indissolubilmente legati. L’utilizzo divulgativo e didattico dell’esposizione si presta a coadiuvare percorsi della memoria ed itinerari di studio.

Il 18 maggio alle 17.40 presentazione del libro GUERRA E RESISTENZA A SUD DI ROMA. Monti Prenestini ed alta Valle del Sacco (8 settembre 1943 - 5 giugno 1944) di Roberto Salvatori (Annales, 2013)

Sono presenti l'autore, Aldo Cecconi - curatore della mostra, Sezione ANPI di Genazzano e Stefano Bonifazi - Presidenza ANPI Provinciale di Roma.

La mostra,  promossa da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale - Dipartimento Attività Culturali in collaborazione con Zètema Progetto Cultura, ed è il risultato del lavoro di ricerca documentale, fotografica e di testimonianze dirette, raccolto dalla Sezione A.N.P.I. “G.E. D’Amico e L. Ciccognani” di Genazzano fin dal 2012 e promossa dal Comitato Provinciale dell'ANPI di Roma.


Casa della Memoria e della  Storia
Via San Francesco di Sales 5 (Trastevere)
Lunedì-Venerdì dalle 9.30 alle 20  
ingresso libero
Biblioteca della Casa della Memoria e della Storia   
apertura per la consultazione lunedì-venerdì dalle 10 alle 17
Informazioni  06/6876543 – 060608,  sito della Casa della Memoria e della Storia 

https://www.comune.roma.it/web/it/notizia.page?contentId=NWS138405

22 maggio 2018 Sezione Appio: Perché siamo ANPI


martedì 15 maggio 2018

Ricordo del partigiano combattente Cesarino Gardi, che ci ha lasciati il 4 maggio scorso

Il Comitato Provinciale dell’ANPI di Roma ricorda il partigiano combattente Cesarino Gardi che ci ha lasciati il 4 maggio scorso. 
Nato a Molinella il 5 marzo del 1926 da famiglia di braccianti antifascisti (uno zio era morto per le percosse subite da una squadraccia fascista), si unì giovanissimo alla 36 Brigata Garibaldi “Bianconcini” per non essere arruolato nell’esercito repubblichino. Con la 36 Brigata operò sull’appenino Tosco-Emiliano eseguendo prevalentemente azioni di sabotaggio, ma partecipando anche a molte azioni di fuoco.
Passata la linea del fronte si arruolò nell’esercito come Combattente Volontario della Libertà nella Divisione Cremona e tornò al fronte con l’8 armata, sull’Adriatico.
Nel dopoguerra si trasferì a Roma chiamato a svolgere compiti nel sindacato e nella politica. 
L'8 settembre del 2016 gli era stata consegnata in Campidoglio la Medaglia celebrativa del 70° anniversario della Liberazione.



Marino, Consiglio comunale approva mozione richiesta dall'ANPI


MARINO (politica) - "Non concedere spazi pubblici ad associazioni che manifestino o professino idee o comportamenti razzisti e xenofobi o che si richiamino alle ideologie nazista o fascista"


Il consiglio comunale ha approvato con larga maggioranza (18 favorevoli e 2 contrari) la mozione riguardante la concessione degli spazi pubblici comunali. Il documento, proposto dai consiglieri comunali Eleonora Di Giulio ed Enrico Iozzi (Centro Sinistra) ed emendato su iniziativa dell’esponente del Movimento 5 Stelle Walter Petrini, ha di fatto accolto l’appello della sezione ANPI di Marino “A. Del Gobbo” che, in occasione dell’ultima assemblea annuale, aveva richiesto all’amministrazione comunale di “non concedere spazi pubblici a coloro che non sottoscrivono un documento sul rispetto della Legge Scelba, della Legge Mancino e della XII disposizione transitoria della Costituzione”. Il documento approvato impegna l’amministrazione comunale a modificare il “regolamento per l’utilizzo delle sale comunali e del regolamento Tosap, allo scopo di fornire un indirizzo che dia una concreta attuazione ed un rafforzamento alle garanzie a tutela dei diritti sopra richiamati, anche al fine di tutelare la sicurezza e l’ordine pubblico, prevedendo l’obbligo di allegare alla domanda di concessione, una dichiarazione esplicita che contenga i seguenti impegni del richiedente: di riconoscersi nei principi e nelle norme della Costituzione italiana e di ripudiare il fascismo ed il nazismo; di non professare e non fare propaganda di ideologie neofasciste e neonaziste, in contrasto con la Costituzione e la normativa nazionale di attuazione della stessa; di non perseguire finalità antidemocratiche, esaltando, propagandando, minacciando o usando la violenza quale metodo di lotta politica o propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la Costituzione e i suoi valori democratici fondanti; di non compiere manifestazioni esteriori inneggianti le ideologie fascista e/o nazista. In mancanza della suddetta dichiarazione da parte degli istanti, non potrà essere concesso l’utilizzo di locali e di sale di riunioni comunali, né l’autorizzazione all’occupazione di spazi ed aree pubbliche”.
Verranno, dunque, negati gli spazi pubblici alle associazioni che propagandano l’odio razziale, la xenofobia e ogni forma di discriminazione.
Una mozione dal contenuto simile era stata presentata anche dal Partito Democratico nei mesi scorsi non trovando tuttavia il voto favorevole dell’assise nell’assemblea del 28 febbraio 2018.
Positivo il commento del presidente dell’ANPI di Marino, Annamaria Scialis: “Esprimo grande soddisfazione per l’approvazione, anche a Marino, come già avvenuto in molti Comuni italiani, di una delibera che non consentirà di concedere spazi pubblici alle associazioni che professino idee riconducibili al disciolto partito fascista o che manifestino odio razziale. Consideriamo tale decisione un segnale positivo ed incoraggiante nel clima politico del Paese”

https://www.ilmamilio.it/c/comuni/7271-marino-consiglio-comunale-approva-mozione-richiesta-dall-anpi.html

3 giugno 2018: My War is not Over - La mia guerra non è finita; proiezione del film e presentazione del Libro con gli autori


domenica 3 giugno ore 17,00 alla Casa della Memoria e della Storia
sarà proiettatto il film e presentato il libro
My War is not Over - La mia guerra non è finita

ne discuteremo con gli autori 
Harry Shindler, veterano britannico della Guerra di Liberazione dell'Italia dal nazifascismo e rappresentante in Italia della Italy Star Association 1943 - 1945;
Marco Patucchi giornalista e scrittore;
saranno inoltre presenti il Prof. Claudio Betti, Presidente della Confederazione Italiana fra le Associazioni Combattentistiche e Partigiane e 
Fabrizio De Sanctis, Presidente dell'Anpi provinciale di Roma.
Ingresso libero

La pagina Facebook del film:
https://www.facebook.com/mywarisnotovermovie/

Trailer del film:


Intervista al regista Bruno Bigoni:


Alcune recensioni del film:
https://www.mymovies.it/film/2017/my-war-is-not-over/

https://movieplayer.it/articoli/my-war-is-not-over-intervista-a-bruno-bigoni-e-harry-shindler-sul-docu_18292/

http://www.repubblica.it/spettacoli/cinema/2017/11/16/news/il_doc_sul_soldato_shindler_con_roger_waters_sulle_spiagge_della_guerra_-181231299/

http://www.sentieriselvaggi.it/my-war-is-not-over-di-bruno-bigoni/

https://quinlan.it/2017/11/28/my-war-is-not-over/

Alcune recensioni del libro:
https://www.ibs.it/la-mia-guerra-non-e-finita-storia-del-soldato-inglese-che-da-pace-alla-memoria/mp/9788860737779

https://www.lanuovariviera.it/category/dal-territorio/san-benedetto-del-tronto-notizie/harry-shindler-al-liceo-rosetti-la-mia-guerra-non-e-finita/

Siamo indignati per il bagno di sangue in Palestina: ONU e UE intervengano immediatamente - Dichiarazione della Presidente nazionale ANPI, Carla Nespolo

"Siamo indignati per il bagno di sangue in Palestina: ONU e UE intervengano immediatamente"

15 Maggio 2018

venerdì 11 maggio 2018

15 maggio 2018: La Storia siamo noi


17 maggio 2018: al Roxy Bar per un caffè della legalità. - Adesione dell'ANPI Provinciale di Roma

Il Comitato Provinciale dell'ANPI di Roma aderisce all'iniziativa.

#RoxyBar  #scortamediatica #NonLasciamoliSoli #Romanina

E poi ci troveremo al Roxy Bar... Vasco Rossi vieni anche tu!
AL ROXY BAR PER UN CAFFE' DELLA LEGALITA' 

Rilanciano l'invito di @Floriana Bulfon e di tanti amici...
 ai cittadini che credono nella libertà  e nella giustizia, agli artisti, alle personalità  della cultura e dell'informazione , alle associazioni e alle forze sociali e ai rappresentanti delle istituzioni...
 RITROVIAMOCI alla ROMANINA

Restiamo accanto a chi ha avuto il coraggio di denunciare il potere mafioso e reagiamo ai nuovi attacchi squadristi contro i giornalisti. Testimoniamo la vicinanza ai ragazzi della Romanina che hanno avuto il coraggio di ribellarsi ai Casamonica. 
Tutti al #RoxyBar
Appuntamento giovedì 17 maggio dalle 11 in via Salvatore Barzilai, 147 Roma

Rete #Nobavaglio, Articolo 21 insieme a Fnsi, Ordine dei Giornalisti, Usigrai, Stampa Romana, Ordine dei Giornalisti del Lazio,CGIL Lazio, Cisl Lazio, ARCI Nazionale, ANPI Roma, Giornale Radio Sociale, Associazione  Caponnetto,  DaSud, Floriana Bulfon Federica Angeli, Beppe Giulietti, Paolo Borrometi, Carlo Bonini, Lucia Annunziata, Fiorenza Sarzanini, Marco Damilano, Dario Crestodina, Gianluca Di Feo, Sergio Rizzo, Lirio Abbate, Giovanni Tizian, Sandro Ruotolo,Nello Trocchia, Ascanio Celestini,  Gianpiero Cioffredi presidente Osservatorio Sicurezza e Legalità della Regione Lazio,  AntimafiaDuemila

 ControCorrente Roma… 

Le adesioni sono in aggiornamento

 #VascoRossiVieniAncheTu ! 
 
IL VIDEO 

L’ANPI provinciale di Roma partecipa alla manifestazione del 12 maggio 2018 “Con la Palestina nel cuore”


L’ANPI provinciale di Roma partecipa alla manifestazione del 12 maggio 2018 “Con la Palestina nel cuore”.
ISRAELE E PALESTINA, due popoli, due Stati
Da sempre siamo per una soluzione pacifica e per una pace giusta in Palestina, per l’applicazione delle risoluzioni dell’Onu che prevedono due Stati per due popoli che possano vivere liberamente e pacificamente. Quello della occupazione della Palestina e delle condizioni inumane in cui è tenuta la striscia di Gaza è forse la tragedia ed il più grande scandalo che vive il mondo contemporaneo, con le sofferenze ingiustamente inflitte a quel popolo con delle guerre distruttive che si sono svolte sotto gli occhi di tutti e che chiamano immediatamente alle responsabilità dell’Occidente e del nostro paese. E’ necessario che il governo di Israele cominci a smantellare gli insediamenti coloniali per permettere realmente la nascita di uno Stato della Palestina, come è necessario che l’Italia segua l’esempio del Vaticano e riconosca ufficialmente uno Stato proclamato da tutte le risoluzioni internazionali. Che il nostro paese ritrovi il coraggio della propria autonomia schierandosi contro il trasferimento dell’ambasciata Usa e delle ambasciate occidentali a Gerusalemme.
Perché scoppi la pace in Palestina, diamo appuntamento a tutte e a tutti sabato 12 maggio alle ore 15,00 a Piazza dell’Esquilino.

O.d.G. approvato all'unanimità il 10 maggio 2018
Il comitato direttivo dell’ANPI provinciale di Roma



Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.