mercoledì 2 settembre 2015

Comunicato Stampa - Antimafia capitale, Anpi di Roma: difendere la libertà ed i beni comuni dalla corruzione è un dovere morale e civile

Antimafia capitale, Anpi di Roma: difendere la libertà ed i beni comuni dalla corruzione è un dovere morale e civile
L’Anpi Provinciale di Roma, in linea con i propri principi e valori, lascia la libertà ai propri iscritti e rappresentanti di partecipare alla manifestazione contro la mafia che si svolgerà domani 3 settembre a Piazza Don Bosco. Difendere la libertà ed i beni comuni dalla corruzione è un dovere morale e civile che chiama in causa ogni cittadino ed associazione onesti. Auspichiamo che tutte le forze politiche democratiche, la società civile e le istituzioni trovino anche negli ideali antifascisti la forza e gli strumenti per avviare un cambiamento concreto per la Capitale d’Italia, città Medaglia d’oro per la Resistenza.
Presidenza dell’Anpi Provinciale di Roma
Roma, 2 settembre 2015

ANPI Roma - via S. Francesco di Sales 5 -00165 ROMA – www.anpiroma.org

martedì 1 settembre 2015

72° ANNIVERSARIO DELLA DIFESA DI ROMA - Martedì 8 settembre 2015

72° ANNIVERSARIO DELLA DIFESA DI ROMA

Martedì 8 settembre 2015


Ore 10.15         Piazzale Ostiense -  Porta San Paolo

Deposizione di una corona di alloro del Presidente della Repubblica nello spazio monumentale adiacente le Mura Aureliane.

A seguire          Il Presidente della Repubblica raggiunge il Parco della Resistenza dell’8 settembre 1943.  

Ore 10.30         Parco della Resistenza dell’8 settembre 1943 – Viale della Piramide Cestia

Il Presidente della Repubblica depone una corona di alloro presso il Monumento dedicato agli 87.000 Militari caduti nel periodo 1943/1945.

A seguire          Il Capo dello Stato lascia il Parco della resistenza dell’8 settembre 1943.
La cerimonia prosegue con gli interventi istituzionali.                

Ore 12.00         Basilica di Santa Maria in Ara Coeli  

Santa Messa in suffragio dei caduti.


Si ricorda che due (2) Mini bus di Roma Capitale attenderanno i Rappresentanti delle Associazioni (ore 9.30 circa), alla base della Scalinata dell’Ara Coeli.

72° anniversario della nascita della Resistenza ad Albano

9 settembre 1943 - 9 settembre 2015: 
72° anniversario dell'inizio della Resistenza armata contro la dittatura fascista
70° anniversario della Liberazione dell'Italia dall'occupazione nazista

il 9 settembre ad Albano
a cura di A.N.P.I sezione 'Marco Moscati' Albano Laziale - Castel Gandolfo

Il 9 settembre del 1943, la Villa comunale "Doria" fu il campo di una feroce battaglia, durante la quale le belve nazifasciste uccisero numerosi soldati della Divisione Piacenza che, insieme ai Partigiani dei Castelli Romani, difendevano il territorio dalla barbarie della dittatura. 
La sezione ANPI "Marco Moscati", per non lasciar cadere la storia nell'oblio, invita la cittadinanza a partecipare numerosa, soprattutto in un momento in cui il razzismo e il revisionismo storico dilagano nel nostro bel paese.
Nel pomeriggio inoltre, presso la sala consiliare del comune di Albano Laziale, sarà presentato il relativo libro "Una storia dal passato - Battaglia di Villa Doria 9 settembre 1943 - realizzato dall'Anpi locale, provinciale e della Regione Lazio.





lunedì 31 agosto 2015

ANPI Vicovaro: I° Concorso Fotografico su “Memoria e la Resistenza”

Premessa
L’A.N.P.I. di Vicovaro – Sezione “Riccardo Di Giuseppe e Franco Perozzi”, indice il I° Concorso Fotografico su “Memoria e la Resistenza”.

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, con i suoi altre 120.000 iscritti, è tra le più grandi associazioni combattentistiche presenti e attive oggi nel Paese. Fu costituita il 6 giugno 1944, a Roma, dal CLN del Centro Italia, mentre il Nord era ancora sotto l’occupazione nazifascista. Il 5 aprile del 1945 le veniva conferita la qualifica di Ente morale che la dotava di personalità giuridica, promuovendola di fatto come associazione ufficiale dei partigiani.
Ad oggi l’A.N.P.I. è ancora in prima linea nella custodia e nell'attuazione dei valori della Costituzione, quindi della democrazia, e nella promozione della memoria di quella grande stagione di conquista della libertà che fu la Resistenza.
Per quel che riguarda il comune di Vicovaro, esso nell’alta Val d’Aniene è quello che, con le sue 29
vittime, ha pagato più alto il prezzo della vita davanti all’efferatezza del nazifascismo che non si fece
scrupoli nemmeno davanti a donne a bambini. Inoltre, 6 mesi prima delle stragi delle Pratarelle e di Villa Spada, all'alba del 22 dicembre 1943, dopo giorni di torture, veniva fucilato il nostro concittadino
Riccardo Di Giuseppe, antifascista convinto, presso il carcere di Forte Bravetta a Roma.
E proprio nel ricordo di Riccardo si inserisce il Concorso Fotografico che stiamo proponendo.

Finalità del Concorso
Il Concorso si prefigge lo scopo di diffondere la conoscenza e riflettere sulle ingiustizie subite dagli italiani nel periodo compreso tra il 1922 e il 1945, prima dal regime Fascista e poi dall'occupante Nazista. La necessità, a 70 anni dalla Liberazione dell’Italia da parte della guerra Partigiana e di chiunque altro abbia pagato con la vita la necessità di affermare il bisogno di un paese libero e democratico, di continuare a ricordare e a riflettere su quanto accaduto è necessaria. Primo perché si faccia fronte nel prevenire il ritorno di nuove mentalità simili; secondo perché attraverso una riflessione critica di quel che è stato, con quali forme e quali atteggiamenti, è utile per riconoscere qual è la striscia sottile che delinea un paese realmente democratico da uno asservito ai grandi poteri economici che, attraverso i movimenti populisti autoritari, riesce a scalfire la libertà dei propri cittadini e il rispetto di ogni differenza.

Regolamento
1) Il Concorso è gratuito ed aperto a tutti i fotoamatori residenti nel territorio Italiano.
2) I temi saranno due, che comunque ruoteranno intorno alla Memoria e alla Resistenza:
a) I luoghi degli eccidi
b) Sguardo sull'attualità
3) Le fotografie devono essere al massimo 2, di formato minimo 20x30 cm / massimo 30x45 cm, in bianco e nero o colore, differenza questa che stabilisce le due classi di concorso.
4) Consegna e spedizione delle opere:
a) Le foto vanno chiuse in busta chiusa ed inviate al seguente indirizzo: A.N.P.I. di Vicovaro - Via Corte Vecchia, 22 - 00029 Vicovaro (RM); sul retro di ogni foto deve essere scritto il titolo dell’opera;
b) Il nominativo del fotografo non deve apparire prima che le foto vengano giudicate. A giudizio avvenuto il 5 dicembre 2015, dalle ore 20 del medesimo giorno, invierete una mail all'indirizzo sezione.anpivicovaro@yahoo.it con il titolo delle foto presentate e i relativi dati anagrafici del fotografo. Termine ultimo di presentazione, il 25 novembre 2015 (farà fede il timbro postale).
5) Le fotografie devono essere inedite e devono essere il risultato di un solo scatto; non si accettano
doppie esposizioni e/o clonazioni varie di nessun tipo, pena l’esclusione dal Concorso, con restituzione delle stesse.
6) Proprietà e disponibilità delle fotografie:
La partecipazione al concorso implica l’accettazione del presente regolamento in tutti i punti e parti.
Il concorrente dichiara e garantisce che l’opera presentata in questo Concorso è esclusivo frutto del
proprio lavoro.
Ogni partecipante è responsabile del contenuto della propria foto.
Per ogni eventuale pubblicazione su riviste o media in genere, l’autore sarà titolare del Copyright.
Gli organizzatori si riservano il diritto di escludere dal Concorso quelle foto che non sono a tema e che dovessero esprimere elementi offensivi verso chiunque.
Le foto rimarranno proprietà dell’ente organizzatore.
7) Premi:
al 1° classificato, per ambedue le categorie di concorso “bianco e nero” e “colore”, verrà consegnato un premio in denaro di 300,00 €uro.
8) Premiazioni:
Le premiazioni verranno effettuate alle ore 16.00 del giorno 19 dicembre 2015, presso l’ex-chiesa di San Sabino a Vicovaro (Roma), nella cui navata verranno esposte le foto in mostra fino al 10 gennaio 2016.


Informazioni e Contatti:
Mario 333 57 80 323 marveenvico@yahoo.it
Francesco 333 89 51 446 francesco.boniello@gmail.com
sezione.anpivicovaro@yahoo.it
Vicovaro, luglio 2015



mercoledì 5 agosto 2015

Gli auguri di un vicesindaco a Mussolini, la targa distrutta di Valerio Verbano. Il fascismo balneare e le istituzioni distratte. Nota dell'ANPI di Roma.

Il 29 luglio scorso, giorno della nascita di Mussolini, il vicesindaco di Montelanico in provincia di Roma ha pubblicato nella sua pagina Facebook un messaggio di auguri. Emiliano Trulli, eletto con una lista civica ma simpatizzante di Casapound, non è nuovo a questi messaggi avendolo già fatto negli anni passati e mostrandosi in pubblico con croci celtiche. L’Anpi di Roma, esprimendo solidarietà agli abitanti ed alle forze democratiche della cittadina della Valle dei Lepini, ricorda che chiunque rappresenti le istituzioni rappresenta anche la Costituzione e che non sono ammesse manifestazioni nostalgiche nei confronti del ventennio fascista, poiché l’Italia stessa è antifascista.

Purtroppo anche a Roma, pochi giorni fa, vi è stato un altro atto di estremismo di destra non meno grave. La targa in ricordo di Valerio Verbano al Parco delle Valli, già distrutta nell’agosto di due anni fa, è stata distrutta nuovamente. Un atto vigliacco che denota come ancora oggi dia fastidio l’antifascismo scritto nella Costituzione.

Nel giugno scorso, l’Anpi di Roma aveva inviato una lettera al Prefetto di Roma in merito alla presenza di rappresentanti della ‘X-MAS’ alle celebrazioni per la Festa della Repubblica Italiana dei Comuni di Anzio e Nettuno, senza ricevere risposta. Chiediamo ancora un incontro con il Prefetto auspicando che chi rappresenta lo Stato nel territorio possa provvedere affinché la Memoria ed i valori democratici non continuino ad essere sistematicamente infangati con estrema facilità.

Il vicesindaco di Montelanico con la bandiera a croce celtica.




mercoledì 22 luglio 2015

Memoria e informazione: il bombardamento di San Lorenzo scomparso dai media

Comunicato Stampa Anpi Roma
Memoria e informazione: il bombardamento di San Lorenzo scomparso dai media.

Anche lo scorso 19 luglio, come ogni anno, l’Anpi ha partecipato alle celebrazioni per il ricordo del bombardamento di San Lorenzo del 1943 che causò la morte di circa 3000 persone, una ferita ancora oggi aperta come dimostra la memoria viva dei parenti delle vittime e del quartiere.

Quel 19 luglio non può e non deve essere dimenticato, perché la Memoria storica è un patrimonio comune da trasmettere alle nuove generazioni. Dispiace notare come alcuni media abbiano raccontato le celebrazioni solo attraverso le contestazioni di uno sparuto gruppo di cittadini che hanno esposto animosamente al Sindaco Marino i problemi del loro quartiere. Il ricordo storico, le testimonianze, le parole dei rappresentanti delle istituzioni e dell’Anpi, sono spariti dall’informazione giornalistica. Ricordare non significa solo commemorare, ma rinnovare un legame storico, civico e democratico con la città ed i suoi abitanti. Le critiche e le istanze dei cittadini vanno sicuramente ascoltate e rispettate, ma non possiamo accettare che queste cancellino il racconto ed il significato della Memoria.

A.N.P.I. Comitato Provinciale di Roma 

Roma, 22 luglio 2015

ANPI Roma - via S. Francesco di Sales 5 - 00165 ROMA


lunedì 6 luglio 2015

ANPI Roma: "Merito al coraggio dei greci nella lotta di Davide contro Golia"


Dalla Grecia la volontà popolare ha detto No all’Europa dei finanzieri, degli affaristi, delle banche e dei sacrifici dei popoli, affermando la sovranità popolare per una Europa dei popoli e della democrazia partecipata. Merito al coraggio dei greci ed al suo Governo nella lotta di Davide contro Golia.

Presidenza ANPI Provinciale di Roma

giovedì 25 giugno 2015

'Non per odio ma per amore', letture dal libro di Paola Staccioli e film sulla partigiana Annita “Laila” Malavasi, il 7 luglio all'Esquilino

La Sezione ANPI Don Pietro Pappagallo vi invita martedì 7 luglio alle ore 17.30 a Storie di Donne Partigiane, letture e immagini tratte dal libro “Non per odio ma per amore. Storie di donne internazionaliste”, con l’autrice Paola Staccioli e Proiezione del film “Non ci è stato regalato niente", storia della comandante partigiana Annita “Laila” Malavasi.


Sezione ANPI Don Pietro Pappagallo - Roma Via Galilei 57
Metro A c/o “Il Cielo sopra l’Esquilino”


martedì 23 giugno 2015

'Garibaldi tra Risorgimento e Resistenza' il 25 giugno all'Emporio delle Arti

GIOVEDI 25 GIUGNO 2015 ORE 17,30 
PRESSO EMPORIO DELLE ARTI VIA G. COSTAMAGNA 42 
(Villa Lais Metro A Furio Camillo/ Colli Albani9

IL NOME DI GARIBALDI TRA RISORGIMENTO E RESISTENZA

Intervengono:
Prof. Domenico Scacchi, storico del Risorgimento, Università Roma3
Col. Antonino Zarcone, Storico militare
Fabio Pietro Barbaro, Presidente Sezione Roma A.N.V.R.G.
(Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini Giuseppe Garibaldi)

Con questo incontro vogliamo iniziare a ripercorrere le tracce della nostra storia e della nostra libertà, restituendo dovuta memoria a chi si è sacrificato per la Patria. Iniziamo da Garibaldi e dal ricorrere del suo Nome nelle lotte di Liberazione: il passaggio in America Latina, il repubblicanesimo Mazziniano, il periodo successivo all’Unità d’Italia, le Brigate Garibaldi e la Divisione Garibaldi in Montenegro dell’Esercito Italiano durante la Resistenza. Perché il nome di Garibaldi appartiene all’antifascismo!

Sono invitati a partecipare: Presidenza ANPI Provinciale Roma, Presidente e Assessori Scuola e Cultura del VII Municipio, Insegnanti, Studenti, Cittadini.

PROIEZIONI FOTOGRAFICHE. A CONCLUDERE CENA SOCIALE A SOTTOSCRIZIONE

SARÀ POSSIBILE ISCRIVERSI ALL’ANPI 2015.



giovedì 18 giugno 2015

X-MAS ad Anzio e Nettuno per la Festa della Repubblica: lettera dell'Anpi di Roma al Prefetto

Lettera al Prefetto di Roma in merito alla presenza di rappresentanti della ‘X-MAS’ alle celebrazioni per la Festa della Repubblica Italiana dei Comuni di Anzio e Nettuno.

Spett.le Prefetto,
a seguito di una nota della Sezione A.N.P.I. di Anzio e Nettuno e di articoli pubblicati da alcuni quotidiani, l’A.N.P.I. Provinciale di Roma ha appreso con sdegno e stupore che alle celebrazioni istituzionali per la Festa della Repubblica Italiana che si sono svolte nei Comuni di Anzio e Nettuno lo scorso 2 giugno 2015, sono intervenute alcune persone con n. 4 labari e n. 2 bandiere con i vessilli della famigerata Xa Flottiglia MAS, corpo militare della Repubblica Sociale Italiana (RSI).

La Sezione territoriale dell’A.N.P.I., è venuta a conoscenza del fatto che dal Comune di Anzio non era stata inviata nessuna richiesta di partecipazione alle rappresentanze della suddetta formazione militare, invito a loro diretto invece dal Comune di Nettuno. I rappresentanti dell’A.N.P.I. di Anzio e Nettuno, regolarmente invitati dalle due istituzioni comunali, dopo aver chiesto senza esito spiegazioni e l’allontanamento della rappresentanza della così detta X-MAS, decidevano di abbandonare cerimonie e cortei, ritenendo inammissibile la partecipazione dei vessilli della X-MAS, corpo militare che si è macchiato di crimini di guerra anche contro la popolazione civile e che ha combattuto alleato della Germania di Hitler contro gli Alleati Angloamericani, contro i Partigiani e contro il nostro Paese, calpestando quei principi e valori che hanno reso l’Italia una Repubblica democratica.

L’A.N.P.I. Provinciale di Roma ritiene quanto accaduto, che non ha precedenti nel nostro Paese, un fatto molto grave, antidemocratico ed antistorico. L’Associazione dei Partigiani ritiene altresì che la partecipazione del disciolto corpo militare X-MAS alla Festa della Repubblica vìoli non solo la consuetudine istituzionale, ma anche i principi della Costituzione della Repubblicana Italiana.

Chiediamo pertanto al Sig. Prefetto di attivarsi per quanto in Suo potere, per accertare i fatti citati ed impedire che si ripetano nuovamente, consentendo così di ristabilire verità storica ed onorabilità,
anche in memoria dei Partigiani, ai due Comuni di Anzio e Nettuno, Medaglie d’Oro al merito civile, ed alla loro cittadinanza.

Roma, 18 giugno 2015


A.N.P.I. Comitato Provinciale di Roma

mercoledì 17 giugno 2015

Bandiere della X MAS presenti alle cerimonie del 2 giugno: l’A.N.P.I si dissocia e non partecipa

Bandiere della X MAS presenti alle cerimonie del 2 giugno: l’A.N.P.I si dissocia e non partecipa
Comunicato stampa della sez. A.N.P.I. di Anzio e Nettuno

Questa mattina, durante le cerimonie istituzionali per la Festa della Repubblica ad Anzio e Nettuno, la sezione A.N.P.I. locale ha deciso di ritirare il suo labaro ufficiale e di non partecipare.
Sia ad Anzio che a Nettuno vi era infatti la presenza all’interno del corteo di diverse bandiere rappresentanti la X MAS, corpo militare della Repubblica Sociale Italiana (RSI).

L’A.N.P.I. non ha ritenuto ammissibile la partecipazione di tali vessilli, in quanto rappresentanza di corpi militari che hanno combattuto, insieme alla Germania di Hitler, contro gli Alleati Anglo-americani e ai Partigiani, che hanno condotto  l’Italia verso la democrazia e verso la Repubblica che oggi si festeggia.

L’A.N.P.I ha chiesto spiegazioni alle autorità comunali presenti, manifestando il suo disappunto e chiedendo l’allontanamento di tali simboli dalle altre associazioni combattentistiche. Sia ad Anzio che a Nettuno le autorità non hanno provveduto all’allontanamento. Si sottolinea inoltre come a Nettuno queste rappresentanze fasciste fossero state invitate, mentre ad Anzio no.

E’ stato un grande dispiacere aver dovuto abbandonare la cerimonia, ma riteniamo inaccettabile, anche in memoria dei combattenti partigiani, che alla Festa della Repubblica partecipino dei simboli che rappresentano chi combatteva contro la democrazia e contro i valori che oggi fanno parte della nostra Costituzione Repubblicana.

Si ricorda che la RSI era uno stato fantoccio creato ad hoc dagli invasori tedeschi insieme ai fascisti italiani, che hanno contribuito, tra le altre, alla deportazione degli ebrei nei campi di concentramento. Chi si rifà a tali avvenimenti storici e partecipa a una cerimonia come quella del 2 giugno non può che compiere una provocazione. Inaccettabile che tali simboli e gruppi siano vicino alle istituzioni della Repubblica Italiana in tali occasioni.
2 giugno 2015

Leggi anche l'articolo di Repubblica.it


martedì 16 giugno 2015

Piazza Scipione Ammirato, una piazza da restituire ai cittadini

LA SEZIONE ANPI APPIO 'ORNELLO LEONARDI E ANTONIO SPUNTICCIA 
VI INVITA DOMENICA 21 GIUGNO 2015 DALLE ORE 10,30 ALLE ORE 14,00 
A PIAZZA SCIPIONE AMMIRATO 
(Via G. Capponi davanti la Zecca, Alberone, Metro A Furio Camillo)

Insieme, in un mattino d’estate, perché abbiamo una piazza restituita ai cittadini e ne parliamo con chi l’ha progettata.
Perché 70 anni di Liberazione non sono passati invano, la Costituzione nata dalla Resistenza si applica, non si stravolge. Insieme, perché Roma combatte Mafia Capitale e tutte le mafie, il razzismo, il fascismo. Perché servono più poteri ai Municipi per coordinare gli interventi necessari per l’accoglienza e l’integrazione, per applicare pienamente le leggi contro l’apologia di fascismo e razzismo. Insieme per informare e riflettere, perché siamo Cittadine e Cittadini di sana e robusta COSTITUZIONE.
Abbiamo invitato a partecipare:
Presidente e Assessori VII Municipio Roma, Presidenza ANPI Provinciale, i Partiti e le Organizzazioni Antifasciste, Operatori dell’informazione, Comunità Palestinese Roma, Rete Ebrei contro l’Occupazione, le Associazioni: Afroitaliani/e, Neri Italiani, Cittadinanze e Minoranze, Resistenza Anticamorra Scampia, Barikamà, Solidarietà America Latina… e tanti altri.

CANTA CON NOI SIGARO, DELLA BANDA BASSOTTI,
con resoconti e testimonianze della Carovana Antifascista di ritorno dal Donbass.

ESPOSIZIONE DI QUADRI DI RAFFAELE MARANDO (vedute di San Giovanni)
“ROMA 1943-1945 RESISTENZA E LIBERAZIONE” RASSEGNA FOTOGRAFICA DEI “FOTOMANI”
PRESENTAZIONE DI PRODOTTI ETNICI E DELLE TERRE LIBERATE DALLA CAMORRA

RICCO APERITIVO A CURA DI MITHOS BISTROT (max 10 €).

SARÀ POSSIBILE ISCRIVERSI ALL’ANPI 2015.


lunedì 15 giugno 2015

L'atlante delle stragi nazifasciste: stato della ricerca e primi risultati. Il 15 giugno all'Istituto Luigi Sturzo

L’ATLANTE DELLE STRAGI NAZIFASCISTE IN ITALIA: STATO DELLA RICERCA E PRIMI RISULTATI.
Roma, 15 giugno 2015 ore 15 - 19 sala “Perin del Vaga” - Istituto Luigi Sturzo Via delle Coppelle, 35.
a cura dell'ANPI Nazionale
Dopo un anno e mezzo dall’avvio della ricerca “Per un atlante delle stragi nazifasciste in Italia”, promossa dall’ANPI e dall’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia (INSMLI) e finanziata dal governo della Repubblica Federale Tedesca, il seminario intende dare conto del lavoro svolto, dei suoi assunti metodologici, dello stato della ricerca, che ha visto il coinvolgimento di un centinaio di studiosi e di decine di Istituti di ricerca sparsi sul territorio.
I primi risultati saranno presentati con alcuni resoconti generali, una prima analisi di alcuni casi regionali, l’illustrazione di un portale dedicato e di una maschera on line che raccoglierà le informazioni su tutti gli episodi di violenza sui civili e sui partigiani inermi che sono in corso di rilevazione su base nazionale.
PROGRAMMA
Saluti Istituzionali:
GIUSEPPE BUCCINO GRIMALDI (Direttore generale per l’Unione Europea del Ministero degli affari Esteri - Ministro plenipotenziario);
REINHARD SCHÄFERS (Ambasciatore tedesco in Italia);
CARLO SMURAGLIA (Presidente nazionale ANPI) e CLAUDIO SILINGARDI (Direttore generale INSMLI)
L’impegno dell’ANPI e dell’INSMLI per l’Atlante delle stragi
PAOLO PEZZINO (Coordinatore del Comitato Scientifico)
Lo stato della ricerca e le sue prospettive
CARLO GENTILE, Colonia
Le fonti tedesche
GIUSEPPE ANGELONE e ISABELLA INSOLVIBILE, Napoli
Il caso della Campania
ENZO FIMIANI, Pescara
Il caso dell’ Abruzzo
GIANLUCA FULVETTI, Pisa
Il caso della Toscana
IRENE BOLZON e FABIO VERARDO, Trieste
Il caso del Friuli Venezia-Giulia
TONI ROVATTI, Bologna
Il portale “straginazifasciste.it”
CHIARA DOGLIOTTI (Pisa) e IGOR PIZZIRUSSO (INSMLI)
Il database delle stragi nazifasciste

Su youtube il canale video di ANPI Tivoli

La Sez. ANPI di Tivoli ha attivato un proprio canale video su youtube:

Sezione Anpitivoli https://www.youtube.com/channel/UC2LYPZIJU3S2hH-Dx3t0Tmw

con video, foto e altre informazioni sull'antifascismo a Tivoli e del territorio della Val d'Aniene.

I compagni di Tivoli invitano a visitare il canale, a diffonderlo e a inviargli notizie relative alla Resistenza di ieri ed a quella antifascista di oggi sul territorio.
Si possono segnalare eventi che saranno da loro condivisi garantendo così una maggiore diffusione, sia a Tivoli che a Roma.
ANPI Tivoli aderisce alla  ''Rete per la storia e la memoria della Resistenza nella Valle dell'Aniene''. La sede è a Tivoli in vicolo dei Palatini 11.

Il segretario Claudio Proietti segnala il video sull'eccidio dell'Aretta

https://www.youtube.com/watch?v=-MsZ5hf0crU

e invita a iscriversi al canale, lasciando commenti o inviando opinioni, suggerimenti, consigliaci.

mail: sez.anpitivoli@gmail.com






Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. di Roma e del Lazio; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.

Blog a cura di Beatrice Foroni