sabato 25 giugno 2011

No alle provocazioni fasciste! Comunicato e incontro promosso dalla Sezione A.N.P.I. M. Musu e M.T. Regard-II Municipio

Il comunicato della Sezione:

Il manifesto fascista:



Le foto:

Il video di Repubblica.it:



Lunedì 27 giugno, ore 17,30, presso la sede della Sezione ANPI II Municipio (Libreria Rinascita, in via Savoia 30)
La Sezione ANPI “ M.Musu – M.T.Regard” da molti giorni è impegnata e denuncia la sua preoccupazione in ordine all’iniziativa delle autorità comunali e municipali di intitolare l’area verde di piazza Vescovio a Francesco Cecchin. Durante l’ultimo Comitato Direttivo Provinciale ha riferito sia della lettera inviata al Sindaco Alemanno dal presidente Rendina sia delle azioni sviluppate dalla Sezione per ricondurre tale iniziativa in un discorso più ampio che comprendesse tutte le vittime della violenza politica. Ma a nulla sono valsi tali tentativi e, come si temeva, l’iniziativa è stata realizzata il 16 giugno con modalità tali da farle assumere un significato risarcitorio e di rivincita per i movimenti dell’estrema destra, che non fanno mistero di ispirarsi al fascismo e che considerano piazza Vescovio come un territorio loro riservato. Si è quindi ripetuto il triste rituale delle fiaccolate, del presidio “militare” della piazza da parte di squadre di giovani con le teste rasate, delle bandiere con croci celtiche, di manifesti e di scritte che sostenevano l’assurda equazione Antifascismo=Odio.
E lo stesso Sindaco ha volutamente frainteso l’appello indirizzatogli da rappresentanti del mondo politico e della cultura, oltre che da numerosi residenti nel quartiere, e nel discorso ufficiale pronunciato il 16 giugno ha in modo del tutto irresponsabile gratificato i più noti tra i firmatari con l’appellativo di “cattivi maestri”, rammaricandosi addirittura che non morissero mai! Questa sua gravissima dichiarazione è stata quasi letteralmente trasferita in un manifesto affisso nel quartiere, nel quale sono riportati anche i nomi di 11 dei firmatari. L’affissione di tale manifesto, dal tono minaccioso ed intimidatorio, è stata formalmente denunciata all’Autorità di Pubblica Sicurezza, ed un’altra denuncia formale è stata presentata con riferimento all’azione sistematica di strappo e di ricopertura alla quale sono stati sottoposti i manifesti che esponevano il pensiero della Sezione A.N.P.I. del 2° Municipio, coperti spesso anche da scritte firmate con la croce celtica (e tra esse una, ripetuta in più luoghi, che dice perentoriamente “BASTA ANTIFASCISMO!"). Lunedì 27, alle ore 17,30, presso la sede della Sezione A.N.P.I. del 2° Municipio (la Libreria Rinascita, in via Savoia 30), si svolgerà un incontro con il Comitato Provinciale (rappresentato dal vice presidente Stefano De Santis e dal Segretario Ernesto Nassi), nel quale verrà analizzato quanto accaduto e si esamineranno possibili azioni da sviluppare per riportare la situazione in termini corretti di confronto democratico, nel rispetto dei principi della nostra Costituzione, stroncando sul nascere ogni tentativo di far rivivere una stagione di odio e di violenza.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.