venerdì 21 dicembre 2012

Lettera di auguri del Presidente dell'ANPI di Roma, Vito Francesco Polcaro


Roma, 20 XII 2012

Care compagne e cari compagni,

alla fine di questo anno denso di attività, vi scrivo per inviarvi i miei più fervidi auguri per le prossime Festività.

In questo difficile anno, abbiamo dovuto fronteggiare insieme  un crescendo di fatti che mostrano inequivocabilmente come i rischi per la democrazia nel nostro Paese siano ancora molto forti, dalle aggressioni fasciste alle manifestazioni di razzismo ed antisemitismo, dalle “marce” di organizzazioni neofasciste ad episodi di esplicita apologia del fascismo perpetrati con la collusione dei responsabili di Enti locali (ricordo solo il convegno della associazione “X MAS” in Campidoglio ed il monumento a Graziani ad Affile). Abbiamo lavorato bene per combattere questi attacchi alla democrazia ed alla Costituzione, ma la situazione politica e quella economica del Paese restano estremamente gravi. La ricandidatura di Berlusconi ed il ritiro dell’appoggio del PdL al Governo Monti hanno portato ad anticipare la data delle elezioni a Febbraio a poche settimane di distanza dalle elezioni regionali del Lazio (se non saranno spostate) ed insieme alle Regionali della Lombardia, scompaginando i programmi di tutte le altre forze politiche e rendendo praticamente impossibile il cambiamento della legge elettorale. Le dichiarazioni di Berlusconi lasciano capire che la sua campagna elettorale sarà centrata su un pesante attacco alle politiche europee (anche se sono le stesse del suo governo degli ultimi anni) , che rischia di procurargli numerosi consensi. Per le elezioni comunali di Roma, ancora non si sa chi saranno i candidati dei partiti di centro e di sinistra, e neppure quali possano essere le alleanze, per altro incerte anche per le Regionali e per le Politiche. Il rischio di una massiccia astensione è fortissimo, come pure quello di una forte presenza di un voto di pura protesta, che molto probabilmente confluirà su liste qualunquiste, che seguono logiche completamente opposte a quelle della nostra Costituzione. Il risultato di questa situazione potrebbe quindi essere quello di trovarci ancora una volta con Berlusconi al governo e molti sindaci e presidenti di regione decisamente neofascisti.

Inutile quindi sottolineare quanto diventi importante il ruolo dell’ANPI. che, come recita lo Statuto, è quello di “favorire un regime di democrazia, al fine di impedire il ritorno di qualsiasi forma di tirannia e di assolutismo”, operando come luogo di sintesi tra tutte le componenti democratiche (partiti, movimenti, sindacati) della vita politica italiana. Certo, la nostra Associazione non può e non deve dare indicazioni di voto per questa o quella forza politica democratica ed antifascista. Ma è nostro dovere chiamare tutti e tutte i cittadini e le cittadine ad un voto che sia in grado di fermare la destra ed il qualunquismo, così come chiedere a tutte le forze democratiche di porre l’antifascismo e la difesa della Costituzione nata dalla Resistenza al primo punto dei propri programmi.

Perchè questa nostra azione possa avere successo, l’ANPI deve presentarsi alla popolazione come una forza credibile, efficace e compatta. Sappiamo bene che è difficile, perché l’antifascismo unisce persone che hanno visioni politiche anche molto diverse. È giusto ed è bene, ma bisogna fare attenzione a non confondere i piani: l’ANPI non è una coperta che si può tirare dove si vuole per dare credito a tutta la propria visione politica, anche dove va cozzare contro quella di altri antifascisti. Per svolgere il nostro ruolo di sintesi, è quindi indispensabile una nostra grande capacità di analisi, la massima unità di azione, la volontà di mettere da parte anche il più giustificato interesse ed orgoglio personale e di parte di fronte al bene comune, come fecero i Partigiani.

È anche importante riuscire a rendere più efficace la nostra azione, rafforzando la nostra struttura organizzativa, processo che è già stato messo in moto con la decisione di coordinare le sezioni vicine in quadranti, senza levare ad ognuna di esse la propria sovranità, che è necessaria e garantita da Statuto e Regolamento, ma rendendo possibile la realizzazione di grandi iniziative territoriali, che coinvolgano migliaia di persone. Si inizierà, ai primi di gennaio, con una serie di incontri convocati dalla Segreteria tra gruppi di sezioni territorialmente vicine, nei quali si verificherà l’attività di ogni sezione e le possibilità di sinergie, di accorpamenti di attività in attività comuni, di sviluppo di iniziative efficaci. Non è detto che questi raggruppamenti ipotizzati dalla Segreteria siano poi quelli definitivi, ma lo scopriremo insieme.

Ricordo inoltre che è necessario il massimo impegno per raccogliere al più presto un gran numero di firme sulla petizione lanciata dall’ANPI Nazionale per la verità e la giustizia per le stragi nazifasciste del ’43-’45 e per garantire il successo alla campagna nazionale per un nuovo impegno e una nuova cultura antifascista.

Ci aspetta quindi un altro anno di intenso lavoro ma anche la possibilità di trovarci alla fine del 2013 con una situazione politica migliore ed un ANPI più unita, più forte ed organizzata e quindi più efficace per difendere e diffondere i valori della Resistenza e della Costituzione che da questa è nata.

Ancora i migliori auguri per le Festività e per il nuovo anno.

Un abbraccio

Vito Francesco Polcaro

e-mail: vitofrancesco.polcaro@iaps.inaf.it – cell. 3476685817

 
PS: La Segreteria ricorda che è in corso il tesseramento per l’anno 2013 da effettuarsi tramite c.c.p. n. 13252002 o recandosi presso i nostri uffici siti in Roma, via San Francesco di Sales, 5, - Casa della memoria - aperti dal lunedì al giovedì ore 10.30 – 17.00 (previa telefonata).

Vi segnaliamo anche la nostra rivista mensile Patria Indipendente, abbonamento annuo € 25.00

Info e contatti: ANPI Roma - tel/fax 06-6896519 - anpi.roma@libero.it

.

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.