mercoledì 18 gennaio 2012

L'armadio della vergogna, il 19 gennaio conferenza dibattito dell'Anpi alla Sapienza: "Perché il muro del silenzio su questa vicenda?"

Il 19 gennaio alle ore 16, presso la Sala Lauree della Facoltà di Giurisprudenza dell'università di Roma "Sapienza", si svolgerà una conferenza-dibattito su "L'armadio della vergogna", l'armadio occultato per decenni negli scantinati della Procura Militare Generale di Roma, contenente una dettagliata documentazione ed atti processuali preliminari sui crimini di guerra compiuti dai nazifascisti.
Perché e da chi furono insabbiati questi processi? Perché ancora oggi si continua a bloccarne l'iter? Perché 21 criminali di guerra condannati all'ergastolo in via definitiva sono ancora in libertà? Perché il muro del silenzio su questa vicenda?
Introduce Vito Francesco Polcaro, Presidente Comitato Provinciale ANPI di Roma
Relaziona Francesco Giustolisi, giornalista, autore del libro "L'armadio della vergogna"
Seguiranno interventi dei sindaci dei paesi ove furono compiute le stragi, magistrati e personalità politiche che hanno, nel corso degli anni, tentato di dare risposte a queste domande.


Roma, 18 gennaio 2012

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.