martedì 3 aprile 2012

Comunicato Stampa: “Addio Sasà. Bentivegna eroe della Resistenza”. Camera ardente presso la sede della Provincia di Roma, 4 marzo ore 10.30

Comunicato Stampa: “Addio Sasà. Bentivegna un eroe della Resistenza italiana”.
La camera ardente allestita presso la sala “Peppino Impastato”della Provincia di Roma sarà al pubblico il 4 marzo dalle ore 10,30.

La scomparsa di Rosario Bentivegna è una grossa perdita per l’Anpi, di cui era presidente onorario, per l’antifascismo e per il Paese. E’ stato un grande eroe della Resistenza italiana e un testimone straordinario della Memoria di quel periodo. E’ quanto ha dichiarato l’Anpi Roma e Lazio in un comunicato stampa.
Bentivegna è stato uno dei principali protagonisti della Resistenza a Roma e nel Lazio, partecipando a numerose azioni contro i nazisti e i fascisti sia nella capitale, nell’ambito dei Gap comunisti, che in altre località della provincia (ad esempio sui Monti Prenestini). Ha poi coerentemente continuato in tutta la sua vita l’impegno in politica per la libertà e la democrazia e nel sindacato per la prevenzione della salute dei lavoratori e per migliori condizioni di lavoro, testimoniando sempre con determinazione e coraggio la sua netta contrarietà ad ogni tipo di violenza, terrorismo e integralismo religiosi o politici.
Bentivegna è stato un intellettuale di primo ordine, un giornalista impegnato, un medico sensibile, un sindacalista difensore dei deboli. Non va ricordato solo per via Rasella, che pure è stato il più efficace attacco partigiano compiuto in una capitale occupata dai nazisti e contribuì a mostrare agli uomini liberi di tutta Europa che i nazisti non potevano sperare di restare impuniti per i loro misfatti. L’Anpi difenderà in ogni sede la sua memoria e quella degli altri gappisti che parteciparono a quell’azione partigiana, che ciclicamente vengono ingiustamente accusati di aver compiuto un attentato e di viltà per non essersi consegnati. In realtà erano combattenti per la libertà.
“La giustizia italiana, a tutti i livelli ha sanzionato che l’azione di via Rasella fu un legittimo atto di guerra contro l’esercito occupante straniero, eseguito in pieno raccordo con il comando alleato, che non vi fu alcun invito da parte del Comando tedesco a consegnarsi e che la rappresaglia fu eseguita da Kappler in tempi così rapidi (meno di 24 ore) che non vi sarebbe neppure stato il tempo di farlo. Il battaglione Bozen, obiettivo dell’attacco, era costituito da altoatesini di età compresa tra i 26 e i 43 anni che avevano optato per la nazionalità germanica, avevano scelto di far parte del corpo di polizia nazista delle SS ed attraversavano armati la città di Roma in violazione degli accordi.
Il Partigiano ‘Sasà’, medaglia d’argento per la Resistenza, ha continuato a combattere per tutta la vita, come testimoniato nel suo ultimo libro, dove ricorda le battaglie, quelle vinte in tribunale contro le diffamazioni e le mistificazioni a mezzo stampa, non per difendere se stesso, ma il valore del contributo della Resistenza alla costruzione della pace e della democrazia.
Domani 4 aprile alle ore 10,30 sarà aperta al pubblico la camera ardente allestita presso la sala “Peppino Impastato” di Palazzo Valentini - Provincia di Roma.

Roma, 3 aprile 2012

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.