giovedì 4 aprile 2013

Ci ha lasciato il Partigiano Adriano Forcella.


E' scomparso ieri a Roma il Partigiano Adriano Forcella, il rito civile funebre si svolgerà domani, venerdì 5 Aprile alle ore 10.00, in Piazza delle Camelie, dov'è il monumento ai caduti della Resistenza di Centocelle.
Entrò giovanissimo a far parte della Resistenza Romana a Centocelle, nell'VIII zona G.A.P. col nome di battaglia "Adriano". La zona aveva come comandante anche il Padre Mario e lo zio Luigi, che gestivano un'officina di fabbro e falegname a Torpignattara, dove venivano fabbricati anche i chiodi "a quattro punte", che servivano per bloccare i convogli nazisti diretti al fronte di Cassino attraverso la Casilina. Mentre il Padre, insieme a Nino Franchellucci e ad altri gappisti dell'VIII zona erano costretti a ritirarsi, perchè braccati dai nazifascisti, sulle montagne della Sabina e formavano li la "Brigata Stalin" (protagonista della Battaglia del Monte Tancia nella Pasqua del '44), lui rimase a Centocelle, compiendo azioni di disturbo insieme a quelli rimasti. Partì poi, all'indomani della liberazione di Roma del 4 Giugno del '44, al seguito della V° Armata  fino alla fine della guerra. Il carattere deciso lo portò, essendo un fervente Comunista, ad essere incarcerato durante le dimostrazioni contro la famosa "legge truffa" del '53 e di quelle contro la Nato. Nel 2006, avendola fortemente voluta, riattivò con l’ausilio del Comitato Provinciale dell’Anpi di Roma  la sezione di Centocelle, intitolata a "Giordano Sangalli" (suo amico giovanissimo, rimasto ucciso sul Tancia) di cui è rimasto, fino all'ultimo Presidente.

 
 
"Qui a Centocelle la gente, co' tutta la paura che si portava appresso, però quando ti poteva aiutare in qualche modo lo faceva sempre, sempre volentieri. Noi il Primo maggio mi ricordo, c'erano i tedeschi qui; pensa che mettemmo la bandiera rossa sul palo della luce di piazza dei Mirti".
(Adriano Forcella - da: Città di parole, storia orale da una periferia romana. A. Portelli)

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.