lunedì 20 maggio 2013

"UNA VITTORIA AMARA" Presentazione del libro sul generale Tamassia protagonista della Resistenza a Roma. Il 22 maggio alla Casa della Memoria


L’ANPI – Comitato Provinciale di Roma e ANCFARGL vi invitano alla presentazione del volume:UNA VITTORIA AMARA
DIARI E LETTERE DI GIULIO TAMASSIA E DI SUA MOGLIE BIANCA (1943-45)

INTRODUZIONE DI MARIO AVAGLIANO
MARLIN EDITORE (ISBN 978-88-6043-081-6) Collana ‘Filo Spinato 6’
Mercoledì 22 maggio 2013 alle ore 18 presso la Casa della Memoria e della Storia
via San Francesco di Sales, 5 – Roma (zona Trastevere)
In pagine straordinarie che riflettono glie eventi alla luce di un commosso amor di patria, la storia esemplare di un alto ufficiale e della sua famiglia durante la guerra di liberazione. Il generale Giulio Tamassia fi tra i protagonisti della Resistenza a Roma.

Insieme all’autore intervengono:
Mario Avagliano, storico, vice presidente Anpi Roma
Giuliano Manzari, vice presidente nazionale ANCFARGL e direttore del Centro studi e ricerche sulla guerra di Liberazione
Alessandro Portelli, presidente del circolo ‘Gianni Bosio’


IL LIBRO
Costruito sapientemente come un puzzle o un mosaico volto a narrare il tragico biennio 1943-45, dallo sbarco angloamericano in Sicilia alla fine dell’immane conflitto mondiale, il libro raccoglie ampi stralci dei diari e della corrispondenza di un alto ufficiale dell’esercito italiano e di sua moglie, oltre che di alcuni loro parenti ed amici. L’alto ufficiale è il generale Giulio Cesare Tamassia, che dopo l’armistizio del settembre 1943 da Trieste raggiunge la capitale e vive i nove mesi di “Roma città aperta”, collaborando al Fronte militare clandestino, al fianco del colonnello Giuseppe Cordero Lanza di Montezemolo. Medaglia d’argento al valor militare, dopo la liberazione di Roma fu nominato Comandante del Presidio Militare della capitale. La moglie, Bianca Mazzarotto, è una donna dal carattere forte, colta, apprezzata come scrittrice e studiosa di letteratura. Trasferitasi da Trento con il figlioletto Renato a Venezia e poi a Scomigo, in provincia di Treviso, segue di qui giorno per giorno, con trepidazione, le sorti del marito e dell’Italia. La loro è una testimonianza avvincente di quel periodo storico. Le difficoltà della vita quotidiana, la nostalgia della libertà, il dolore per la patria ferita, la disperazione per i tanti morti e le drammatiche devastazioni sono i temi ricorrenti di queste pagine, insieme alla constatazione che, fra tante speranze, la lotta di liberazione fu anche apportatrice di amare disillusioni.

L’AUTORE
Renato Tamassia è nato a Trento nel 1940. Ha vissuto a Roma e poi a Venezia, dove ha compiuto gli studi, poi di nuovo a Roma dove attualmente risiede. Laureato in archeologia, ha seguito corsi di perfezionamento a Parigi e ha lavorato presso le università di Siena e di Perugia, partecipando contemporaneamente a campagne di scavo in Italia e nel Vicino Oriente. Negli ultimi anni i suoi interessi si sono concentrati sulla storia contemporanea e in particolare sugli anni della seconda guerra mondiale e della resistenza. In questa prospettiva ha curato la pubblicazione del romanzo inedito di sua madre, Bianca Tamassia Mazzarotto, La miniatura sepolta (2010), che si svolge appunto in quegli anni.

L’ASSAGGIO
“ … Dal ponte sul Fersina mi accorgo che non c’è più. Il 13 maggio alle ore 14 la nostra casa, la bella casa tanto amata casa nostra, ha cessato di esistere. Un cumulo di macerie. Resta su uno spigolo della cucina. Hanno trovato subito i cadaveri dell’avvocato e della Signora Slucca. Rita è stata trovata solo ieri mattina presso il cancello, senza una mano, con la testa schiacciata, già decomposta in parte … “

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.