domenica 16 febbraio 2020

Ordine del Giorno approvato all’unanimità dal direttivo del Comitato Provinciale dell’ANPI di Roma nella seduta del 15 febbraio 2020



Il comitato direttivo provinciale dell’ANPI di Roma, nella riunione del 15 febbraio 2020, approva le richieste pervenute al comitato di iscrizione all’ANPI; autorizza le assemblee fondative delle Sezioni di Anguillara, Allumiere, Guidonia Montecelio; collabora coi nuclei di Trionfale, Ardea e di Palestrina; partecipa alle assemblee fondative già decise a Garbatella, al Mario Mieli e a Via Buonarroti; ringrazia le sezioni di Ciampino e di Pomezia per le mobilitazioni di questi giorni; impegna tutte le sezioni nelle giornate di tesseramento del 22 e 23 febbraio lanciate dalla segreteria nazionale e nella celebrazione con le scuole del ricordo della strage delle Fosse Ardeatine del 24 marzo 1944, nel mentre concentra le proprie forze sui prossimi obiettivi e di cui alle seguenti considerazioni verso il prossimo 25 aprile.
Diremo no al referendum del 29 marzo sul taglio dei parlamentari, lo consideriamo l’ennesima forzatura antiparlamentare, senza giustificazioni plausibili. Riducendo il numero dei componenti delle Camere si riduce la capacità dell’organismo di rappresentare il paese e di funzionare, minandone il prestigio e riducendone il lavoro, esponendo i componenti alla pressione più capillare. Il sistema parlamentare è costantemente sotto attacco in Italia e nei singoli paesi Ue, anche con la delega di funzioni legislative agli organismi sovranazionali, a loro volta non bilanciati da un sistema parlamentare.  
I 75 anni dalla Liberazione permettono uno sguardo più lungo sul cammino compiuto dalla Liberazione dalla dittatura e dall’occupazione nazifascista sulla strada aperta con la Costituzione e per la sua applicazione, da approfondire con studi specifici che pure l’Associazione ha iniziato, da tutta una prima fase di costante avanzamento, pur contrastato, nella sua realizzazione, con l’immediata instaurazione del sistema parlamentare e con obiettivi importanti di sua attuazione, come nel ‘55 con la presa di possesso delle funzioni della Corte costituzionale o nel ‘70 con l’istituzione delle regioni ordinarie; ad una fase in cui tarda ormai a compiersi ed è necessario ed urgente impegnarsi per il disegno di Giustizia sociale che informa l’ordinamento costituzionale, cuore dell’eredità diretta, scritta, della Resistenza e della Guerra di Liberazione, frutto di tutte le componenti della Lotta di Liberazione, marxiste, popolari, liberali che fossero.
E’ necessario riprendere il cammino della Costituzione, in controcorrente alle gravi tensioni internazionali che minacciano la pace del mondo, soprattutto in medio oriente. Riprendere dal principio del rispetto della dignità della persona umana, che deve valere anche nei paesi con cui facciamo accordi, come la Libia; esigere il rispetto e l’attuazione della Costituzione per il 10 per cento di disoccupati ed il 35 per cento di inattivi, soprattutto tra le donne e i giovani del sud e dei comuni delle aree metropolitane come Roma.  Rispetto della Costituzione cui si oppongono attualmente le norme che puniscono il salvataggio di vite umane e che puniscono gravemente le manifestazioni dei cittadini e dei lavoratori. Riprendere il cammino della Costituzione è rafforzare la scuola pubblica di ogni ordine e grado.
Rigurgitano dopo dieci anni di crisi anche il fascismo, la sua propaganda e la sua violenza con atti ripetuti di aggressioni politiche e fenomeni di razzismo, antisemitismo, antiziganismo, omofobia, in Italia e in tutta Europa. A questi episodi non sempre è compiuta e sufficiente la risposta dalle Istituzioni, cui rinnoviamo la richiesta di scioglimento delle organizzazioni e dei partiti che si richiamano al fascismo. E’ ancora e sempre necessario vigilare e mobilitarsi unitariamente contro la violenza fascista, respingere con indignazione ogni discorso di capro espiatorio, riprendere il cammino costituzionale di progresso comune nell’unità nazionale.
Accorrono nuove e numerose nel nostro paese le forze antifasciste a rafforzare la memoria e a tenere alto il nome delle partigiane e dei partigiani, a tenere viva la loro lotta con tutti i partiti democratici, i movimenti, i sindacati dei lavoratori, le associazioni che vogliono con noi realizzata compiutamente la Repubblica antifascista scritta nella Costituzione e lasciataci in eredità il 25 aprile e al servizio dei quali ci impegniamo.
I valori che furono della Resistenza e del vasto movimento di liberazione nazionale, fondamento della pace e fonte di ispirazione della nostra Carta Costituzionale, sono ancora ben presenti nella coscienza del paese, lo dimostrano la miriade di iniziative che si svolgono su di essa e che faranno anche quest’anno del 25 aprile la principale festa nazionale. Ancora e più degli anni scorsi è importante celebrare il 25 aprile con un corteo a rinnovare e sottolineare l’impegno comune antifascista, culturale e di lotta in tutti i grandi comuni della provincia. Il comitato impegna i propri organismi a Roma in un corteo cittadino antifascista che attraversando i quartieri popolari di Tormarancia, Garbatella e Ostiense, ripercorra i luoghi e l’ideale cammino della battaglia dell’8, 9 e 10 settembre 1943 per la difesa di Roma, che ricongiunse civili e militari di ogni censo, grado, orientamento politico e sentimento religioso, giungendo come gli scorsi anni a Porta San Paolo, luogo simbolo dell’inizio della Resistenza in Italia e nella capitale, esempio di lotta per tutte le città d’Italia e le capitali d’Europa contro l’occupante nazista, medaglia d’Oro al Valore Militare. Impegna le proprie sezioni a promuovere celebrazioni della Liberazione negli altri comuni della provincia e momenti di incontro e di celebrazione della ricorrenza nel pomeriggio in tutti i municipi di Roma.
In coerenza con i motivi precedenti aderiamo alla manifestazione del 22 febbraio per la 40ma ricorrenza dell’omicidio di Valerio Verbano. Partecipiamo al ricordo dell’assassinio di Roberto Scialabba il 28 febbraio, sostenendo le iniziative memoriali della Sezione di Montesacro e di Cinecittà.
Viva il 25 aprile, ora e sempre Resistenza.






VERSO IL 25 APRILE – APPUNTAMENTI DELL’ANPI PROVINCIALE DI ROMA
IN CONTINUO AGGIORNAMENTO



Mercoledì 19 febbraio ’20 ore 17 CDM 100mo compleanno di Iole Mancini
Sabato 22 febbraio ’20 Corteo per il quarantennale dell’omicidio di Valerio Verbano
Mercoledì 26 febbraio ’20 ore 17 CDM libro “Il cuore nero della città” con Giuristi Dem. e NOBavaglio
Venerdì 28 febbraio ’20 ore  17,30 CDM Corsi di formazione per docenti “Gramsci e la letteratura”
Da lunedì 3 marzo a venerdì 10 aprile CDM Mostra Biani: Mediterraneo, nessuno potrà dire non sapevo
Venerdì 6 marzo ’20 CDM Corsi di formazione per docenti “Gramsci e la letteratura”
Sabato 7 marzo ’20 ore 10 Forte Bravetta commemorazione martiri con sez. VVFF e XII Municipio
Venerdì 20 marzo ’20 ore 17 CDM Iniziativa in ricordo di Tina Costa
Martedì 24 marzo ’20 ore 9 Mausoleo Fosse Ardeatine Cerimonia omaggio ai martiri della strage
Da Lunedì 13 a Venerdì 17 aprile ore 17 CDM Rassegna cinematografica a cura Coordinamento donne Anpi
Venerdì 24 aprile ’20 Frydays for future con l’Anpi  da definire
Sabato 25 aprile ore 9 Corteo 75mo anniversario della Liberazione d’Italia dal nazifascismo a Roma 
Sabato 25 aprile celebrazioni nei Comuni della Provincia

Oltre iniziative nelle scuole e iniziative delle sezioni




Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.