giovedì 8 marzo 2012

Il 10 marzo s'inaugura a Roma la mostra dell'Anpi su “Criminali di guerra italiani. Fatti, personaggi, documenti”

Sabato 10 marzo alle ore 15.30 presso il Museo della via Ostiense di Porta San Paolo a Roma verrà inaugurata la mostra promossa dall'Anpi di Roma e Lazio e curata da Davide Conti dal titolo “Criminali di guerra italiani. Fatti, personaggi, documenti”.
Alla inaugurazione della mostra parteciperanno ed interverranno il Presidente dell'Anpi di Roma e Lazio prof. Francesco Vito Polcaro, il Procuratore militare di Roma dott. Antonino Intelisano ed il curatore della mostra dott. Davide Conti.


La mostra, divisa in sezioni e comprendente 18 pannelli, si divide in due parti presentando come antefatto e contestualizzazione storica foto e documenti d'archivio che ripercorrono le fasi dell'occupazione italiana dei Balcani (Jugoslavia, Grecia e Albania) durante la seconda guerra mondiale e dei crimini di guerra commessi dalle truppe del regio esercito nei confronti delle popolazioni civili locali e dei membri delle formazioni partigiane.
La seconda parte propone, attraverso documenti in gran parte provenienti dall'archivio del Ministero degli Esteri, la ricostruzione delle relazioni internazionali e degli equilibri geopolitici che permisero al governo italiano post-fascista di Badoglio e poi a quelli della Repubblica democratica di evitare la consegna a tribunali internazionali o l'estradizione nei paesi ex-occupati di migliaia di militari italiani iscritti nelle liste dei presunti criminali di guerra consegnate alle Nazioni Unite dalla Jugoslavia, dalla Grecia, dall'Albania, dall'Urss, dalla Francia e dagli anglo-americani.
Il lavoro, derivato dalle ricerche d'archivio che Davide Conti ha effettuato per la pubblicazione del volume “Criminali di guerra italiani. Accuse, processi, impunità”, si concentra sulle trattative, gli accordi, le tensioni nazionali e internazionali relative alla questione dei presunti criminali di guerra, cercando di evidenziare come e perché fu possibile assicurare l'impunità a centinaia di militari del regio esercito e di camicie nere dando luogo alla cosiddetta “mancata Norimberga” ed al mito autoassolutorio degli “italiani brava gente”.

Orario di apertura:
Aperto tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,30; martedì e giovedì aperto ininterrotamente fino 16,30.
Aperto la 1° e la 3° domenica di ogni mese.
Ingresso gratuito

Via Raffaele Persichetti - Rome (RM), Lazio 00153 Italia

La mostra rimarrà esposta fino al 25 marzo 2012


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.