venerdì 16 giugno 2017

21 giugno 2017 sez. ANPI Aurelio Cavalleggeri: proiezione film "Hotel Meina" di Carlo Lizzani

Se andate sul Sito “Atlante delle Stragi Naziste e Fasciste in Italia” (http://www.straginazifasciste.it/) e digitate, nella barra “Località o Nome episodio”, il nome “Meina” apparirà una lunga Scheda sull’episodio stragistico nazista conosciuto con quel nome che – oltre a descriverlo – dà numerosi e particolareggiati altri dati informativi. Si tratta di un lavoro importante pensato e voluto dall’ANPI nazionale e frutto dell’impegno di diversi studiosi e storici.



Meina è una cittadina sul lago Maggiore, nei pressi di Baveno (Provincia di Verbania e Novara). E’ qui che, tra il 15 ed il 23 Settembre del 1943 - gli appartenenti al Secondo Reggimento della Divisione Panzer delle Waffen-SS denominata “Leibstandarte Adolf Hitler”, compiono una strage, uccidendo 16 ebrei alloggiati appunto nell’”Hotel Meina”. Si trattò della prima strage nazista in Italia, compiuta a pochi giorni dalla proclamazione dell’Armistizio di Cassibile (SR). Una “piccola strage” per la quale – tra il Gennaio ’68 ed il Luglio ’69 -  gli imputati vennero condannati dal Tribunale tedesco di Osnabruck: gli ufficiali all'ergastolo e i sottoufficiali a pene minori. Il 17 aprile 1970, la Corte Suprema di Berlino annullò le condanne per prescrizione del reato.  

Da questa storia il Regista Carlo Lizzani trarrà, nel 2007, il film “Hotel Meina” (sceneggiatura di: Pasquale Squitieri e di Dino e Filippo Gentili). Si tratta si un film importante, anche se poco noto e quasi per nulla proiettato nelle sale cinematografiche, perché racconta una storia “minima”, antesignana delle centinaia e centinaia di altre stragi (ritenute più “importanti”) che i nazisti (con la guida dei fascisti di Salò) o i fascisti repubblichini “in solitaria”, come si direbbe in gergo ciclistico, compiranno in Italia nel biennio 1943-1945 e per le quali molti dei colpevoli pagheranno un prezzo irrisorio  -  o addirittura inesistente - in condanne penali.

Hotel Meina” sarà – il 21 Giugno prossimo – il nuovo tassello del puzzle che da alcuni mesi andiamo componendo con il nostro “Schermo della Memoria”. Vi aspettiamo dunque numerosi.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.