martedì 13 marzo 2018

21 MARZO 2018 - TEATRO DEL LIDO di Ostia: L’ ORDINE E’ GIA’ STATO ESEGUITO

Iniziativa ostia 21 marzo verso le fosse ardeatine

L’ ORDINE E’ GIA’ STATO ESEGUITO

21 MARZO ORE 11 PRESSO IL TEATRO DEL LIDO

PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI ALESSANDRO PORTELLI E INCONTRO CON GLI STUDENTI






“Le Fosse Ardeatine non sono certo l’unica né la peggiore delle stragi naziste. Ma sono l’unica strage «metropolitana» avvenuta in Europa: non solo l’unica perpetrata entro uno spazio urbano, ma l’unica che nell’eterogeneità delle vittime riassuma tutta la  complessa stratificazione di storie di una grande città. Per questo e così grande la presa di questa vicenda sulla memoria e sull'identità. Certo, gli uccisi sono tutti uomini; ma questo, come vedremo, non fa che rendere centrale il ruolo delle donne nella  sopravvivenza e nella memoria. Alle Fosse Ardeatine si compatta tutto lo spazio della città e un secolo della sua storia; sono il luogo simbolico dove tutte le storie convergono, e parlarne significa attraversare intera la vicenda di Roma del Novecento, «questa  Città ribelle e mai domata», come dice la vecchia canzone comunista, cosi diversa dal luogo comune, che ha opposto ai nazisti una resistenza attiva e passiva intensa e diffusa, e per questo è stata così duramente colpita”.


La sezione ANPI del X Municipio organizza, in occasione dell'anniversario  dell’eccidio delle Fosse Ardeatine, un incontro con gli studenti e le studentesse delle scuole secondarie superiori.

Un incontro dedicato a Lido Duranti, giovane martire del nostro territorio, e alla conoscenza di una delle più atroci stragi nazifasciste che il nostro paese ha conosciuto.

Per ricordare e conoscere insieme presenteremo insieme all’autore Alessandro Portelli il libro “L’ordine è già stato eseguito” edito da Donzelli Editore.

Qual è il significato delle Fosse Ardeatine? Quale memoria ha lasciato la strage nazista compiuta a Roma il 24 marzo 1944, come rappresaglia dell’attentato partigiano di Via Rasella, in cui il giorno prima erano morti 33 tedeschi?
Questo libro, uscito nel 1999 e insignito del Premio Viareggio, è divenuto ormai una pietra miliare della storiografia contemporanea e un punto di riferimento per i tantissimi lettori che continuano ad accostarsi ad esso, spesso in occasione dei ricorrenti quanto accesi dibattiti sulla memoria del fascismo e dell’antifascismo. Più che mai, dunque, protagonista assoluta del libro è la voce diretta dei portatori della memoria: duecento intervistati, di cinque generazioni, e di diversissima estrazione sociale e politica (compresi fascisti ed ex fascisti).

Ancora oggi, in modo singolare, le Fosse Ardeatine rappresentano un banco di prova della coscienza delle nuove generazioni. Raccolte da Alessandro Portelli, con uno scrupolo che è pari alla passione civile e alla tensione letteraria, le voci di questo libro  danno vita a una ricostruzione di grande respiro corale, che si struttura attorno all’elaborazione e alla codificazione di un linguaggio. Ed è il linguaggio, alla fine, a farsi storia: una storia parlata a Roma.


Intervengono:

Alessandro Portelli, autore del libro

Fabrizio De Sanctis, presidente del Comitato Provinciale dell'ANPI

Rossella Duranti, nipote del martire Lido Duranti

Stefania Galimberti, Presidente Sezione ANPI X Municipio "Elio Farina"

ALESSANDRO PORTELLI:

Nato a Roma nel 1942. Docente di letteratura americana alla Facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università la Sapienza. Ha svolto l’incarico di Consigliere delegato del Sindaco di Roma per la tutela e la valorizzazione delle memoria storiche della città; fondatore del Circolo Gianni Bosio per la conoscenza critica e la presenza alternativa delle culture popolari; fa parte del Consiglio Direttivo dell’IRSIFAR (Istituto Romano per la Storia d’Italia dal Fascismo alla Resistenza), socio ANPI. Collaboratore del Manifesto fin dal 1972, scrive spesso su Liberazione e l’Unità.

Ha studiato, insegnato e diffuso la cultura dell’America di Bob Dylan, Bruce Springsteen, di Malcolm X; Martin Luther King, Mark Twain, Don DeLillo, Spike Lee, Woody Allen.Ha raccolto le canzoni popolari e politiche e la memoria storica orale di Roma e del Lazio, collaborando con il Canzoniere del Lazio, Giovanna Marini, Sara Modigliani, Piero Brega, Ascanio Celestini.

Ha conosciuto i partigiani e le partigiane di Roma e i familiari degli uccisi delle Fosse Ardeatine, e dai loro racconti ha messo insieme la loro storia. Ha ascoltato i racconti delle borgate e dei quartieri popolari, dalle occupazioni delle case degli anni
’70 alla storia orale di Centocelle. Ha accompagnato gli studenti romani ad Auschwitz, ha girato decine di scuole per parlare della memoria, della democrazia, dell’antifascismo. Le sue passioni sono l’uguaglianza, la libertà, l’insegnamento, la musica popolare, la memoria, ascoltare i racconti delle persone, i libri e i film, e il rock and roll.”


FABRIZIO DE SANCITS:

Presidente del Comitato Provinciale di Roma dell’Associazione Nazionale Partigiani d'Italia. Già presente negli organismi dirigenti dell'Anpi da oltre 20 anni a fianco degli storici presidenti partigiani De Leoni e Rendina.


ROSSELLA DURANTI:

Nipote di Lido Duranti,  nato a Castelfranco di sotto il 7 aprile 1919, abitante ad Acilia,
operaio, appartenente a Bandiera Rossa, trucidato alle Fosse Ardeatine

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Il blog è strumento di comunicazione degli eventi (e i relativi commenti) organizzati dal Comitato Provinciale e dalle Sezioni dell’A.N.P.I. Provinciale di Roma; promuove la libertà di pensiero, aderisce ai principi della Costituzione repubblicana, è antifascista e antitotalitario.
Ripudia intolleranza, razzismo e antisemitismo.
Le foto contenute in questo blog sono da intendersi a puro carattere rappresentativo, divulgativo e senza alcun fine di lucro. Sono © dei rispettivi autori, persone, agenzie o editori detenenti i diritti. In qualunque momento il proprietario può richiederne la rimozione tramite mail qui indicata. Tutto il materiale letterario/fotografico che esula dalle suddette specifiche è invece di proprietà © del curatore del presente blog e soggetto alle leggi sul diritto d'autore. Se ne vieta espressamente l'utilizzo in qualsiasi sede e con qualsiasi modalità di riproduzione globale o parziale esso possa essere rappresentato, salvo precedenti specifici accordi presi ed approvati con l'autore stesso e scrivente del blog medesimo, e alle condiizoni Creative Commons.© Copyright - Tutti i diritti riservati.